‘Summertime’, sospese le riprese della seconda stagione: ecco perché

Martina 21 Settembre, 2020

Summertime

Le riprese della seconda stagione di Summertime sono state costrette ad interrompersi. Il cast della serie tv di Netflix, che ha diviso ma anche largamente appassionato il pubblico soprattutto dei giovanissimi, era tornato già a lavoro per i nuovi episodi da mandare in onda il prossimo anno, ma uno stop che potrebbe protrarsi per settimane ha interrotto bruscamente tutto.

Tre membri del team, come riporta il quotidiano Il resto del Carlino, sono infatti risultati positivi al Covid-19, costringendo tutti a fermarsi. Le riprese erano in atto sulla riviera romagnola tra Rimini e Ravenna, dove la produzione aveva affittato degli appartamenti in cui appoggiarsi, e in cui adesso i membri del cast venuti in contatto con i postitivi stanno scontando un periodo di quarantena fiduciaria.

Dalla Cattley, la casa di produzione della serie liberamente ispirata a Tre metri sopra il cielo di Federico Moccia, fanno sapere che “le autorità sanitarie sono state prontamente informate e attualmente stiamo seguendo tutte le disposizioni mediche previste”. Oltre ai tre membri del team risultati positivi, “tutti gli altri sono risultati negativi. Nonostante questo, a scopo precauzionale tutte le persone del team che recentemente sono venute a stretto contatto con coloro che sono risultati positivi, sono state poste in quarantena fiduciaria”.

Un augurio di pronta guarigione alle tre persone che hanno contratto il virus, con la speranza che tutti possano presto tornare a lavoro per portare a termine le riprese di questo secondo capitolo della serie tv!

COMMENTI