‘Temptation Island Vip 2’, Alessia Marcuzzi svela perché ha abbracciato Serena Enardu e Nathaly Caldonazzo nell’ultima puntata e come ha reagito alle frecciatine di Andrea Ippoliti!

Martina 27 Settembre, 2019

Alessia Marcuzzi

Alessia Marcuzzi si è sempre mostrata molto umana e comprensiva in tutti i programmi che conduce. La sua calma e il suo immedesimarsi in chi ha davanti l’hanno portata nel tempo ad essere per questo da un lato criticata e dall’altro anche molto amata.

Questo suo aspetto caratteriale è emerso anche nel corso della terza puntata di Temptation Island Vip 2 quando in un momento di particolare difficoltà per due delle protagoniste del programma si è alzata e ha dato loro un abbraccio di conforto e amore che non è passato inosservato ai telespettatori.

Alle pagine del settimanale Spy è stata Alessia a spiegare il perché di questo gesto spontaneo che ha vissuto prima con Serena Enardu e poi con Nathaly Caldonazzo:

Sono stati due momenti diversi. Ho abbracciato Serena perché l’ho vista soffrire umanamente. Per me il dolore non ha differenze, pesi e misure. Quando una persona sta male, sta male punto e basta. Che sia in crisi per il suo amore, che sia vogliosa di riconquistare o convinta nel voler dire addio. Il mio abbraccio a Serena è avvenuto in modo spontaneo. Dinanzi a me ho avuto una donna che stava soffrendo e da donna le mie braccia sono scappate verso le sue lacrime.

Più delicato invece il caso di Nathaly, che al falò di confronto anticipato con Andrea Ippoliti lo ha lasciato da solo sul tronco di legno, ma non prima di aver subito da parte sua l’ennesima beffa. Proprio mentre la showgirl cercava infatti conforto nelle parole di Alessia, il compagno le ha sferrato un colpo bassissimo dicendo che a casa non ha mai parlato bene della conduttrice. Quest’ultima però non si scomposta e come ha raccontato al magazine non ha esitato un attimo a stare dalla parte della donna:

Quando lui in modo poco elegante mi ha detto che la Caldonazzo, forse, parlava male di me in casa, io ho trovato poco elegante il gesto. Mi sono schierata in modo netto. L’abbraccio è stato anche un modo per zittire chi tentava, in quel momento, di denigrare un’altra donna. Di sapere Nathaly cosa pensi di me a casa, poco mi importa, tutte noi facciamo battute. Chi se ne frega. In quel momento c’era in ballo qualcosa di più importante. Nathaly mi ha guardato, aveva bisogno del mio appoggio. Noi donne certe cose le sentiamo. Credo che in quel momento siano scomparse le telecamere.

Cosa ne pensate delle sue parole?

COMMENTI