Uomini e Donne, Giulio Raselli e Carlotta Adacher raccontano in quale occasione si sono conosciuti e come è nata la loro relazione

L’ex tronista parla anche della sua possibile partecipazione ad un reality

Valeria Maggio 5, 2022

E’ fresca la conferma ufficiale di una frequentazione in corso tra Giulio Raselli e Carlotta Adacher.

L’ex corteggiatore e poi tronista di Uomini e Donne e l’ex tentatrice di Temptation Island hanno ufficializzato la notizia attraverso i loro profili Instagram. I due sono stati intervistati proprio oggi da Mondo TV 24 e hanno raccontato di come è nata la loro relazione. Il primo ad essere intervistato da Lorenzo Pugnaloni è stato proprio Giulio, che ha innanzitutto parlato di come procede la sua vita lavorativa:

La mia vita a livello lavorativo è, più o meno, sempre andata bene perché mi sono sempre impegnato in tutto quello che ho fatto. A livello di social, di Instagram, di televisione, c’è sicuramente qualcosa che bolle in pentola e sono assolutamente pronto a scoprire nuovi orizzonti a livello televisivo ma sono assolutamente fiducioso.

Si è poi passati alla vita sentimentale, ed è stato qui che Giulio ha raccontato di come ha conosciuto Carlotta e di come è nata la loro relazione:

E’ stato tutto molto rapido in realtà perché io e Carlotta ci siamo visti alla festa di compleanno di Megghi Galo e Giulia Cavaglià. Ci siamo visti lì la prima volta dal vivo. E’ nata subito un’intesa, poi è chiaro che da lì a dire che ci potesse essere altro, no. Abbiamo incominciato a seguirci, a sentirci tramite social, poi per numero di telefono. Poi ci siamo visti in Turchia ed è scoppiato un po’ questa sensazione positiva che già avevamo però tu sai che da lì ad avere conferma, ad avere un rapporto, ce ne passa ancora. Noi abbiamo deciso di intraprendere questo percorso, siamo agli inizi ovviamente, è una cosa nuova. Però diciamo che c’è già un bel legame quindi sono stra contento di questa cosa.

Lorenzo ha poi chiesto: “Tu l’hai conosciuta lì? Non sapevi del suo passato?” e Giulio ha confessato di aver seguito il percorso a Temptation Island, apprezzando anche Alessandro Autera, con la quale l’ex tentatrice ha poi iniziato una relazione:

Ma in verità sì, l’ho saputo. Me la ricordavo a Temptation, l’ho sempre visto a prescindere da averlo fatto. Mi ricordavo di lei però non ci ho fatto più di tanto caso a quello. Poi è una bellissima ragazza, d’impatto è quello che mi ha colpito non tanto il fatto che avesse fatto televisione. Sì, se non mi sbaglio Alessandro si chiama questo ragazzo. Me lo ricordo perché mi sembrava molto simpatico, mi faceva molto ridere per come si comportava, per la palestra, me lo ricordo molto bene.

A proposito del programma da dove è nato, Uomini e Donne, Giulio ha confessato di continuare a seguirlo più o meno costantemente. E di aver in particolar modo apprezzato il trono di Matteo Ranieri e di Davide Donadei, reputandoli entrambi dei bravi ragazzi che hanno fatto le scelte più giuste. A proposito del Trono Over, invece ha ricordato con affetto Gemma Galgani, dicendo:

Gemma rimane sempre un po’ il fulcro. Io quando penso al Trono Over, penso a Gemma. Quando accendo il televisore, è una certezza Gemma, una garanzia. E’ storia!

L’ex tronista di Maria De Filippi, solamente qualche mese fa, avrebbe dovuto prendere parte del cast del Gf Vip 6, ma qualcosa è poi andato storto. A quanto pare però, la sua voglia di partecipare ad un reality è sempre più grande, e tal proposito ha detto:

Io credo di essere una persona intelligente, sveglia. Non mi piace essere mai secondo, cosa vuol dire questo? Vuol dire che se dovessi fare il Grande Fratello non lo farei sicuramente come soprammobile. Così come altri reality. Sono una persona diretta, e sono sicuro che farei un grandissimo percorso. E ci metto la firma, quindi non aspetto altro che iniziare a farlo un programma del genere. Il trono mi ha dato tanto, a livello lavorativo, a livello di immagine, insomma è stata una grande esperienza. Ringrazio sempre Maria e la produzione. Però il trono ovviamente è un momento in cui non esce al 100% una persona, è complicato. Bisogna anche se sei davanti alle telecamere per la prima volta nella vita, non è facile esprimersi. Diciamo che ci sono lati del mio carattere che, qualora dovessi fare un reality, soprattutto con 24h una telecamera, uscirebbero delle cose molto diverse.

Si è conclusa così l’intervista a Giulio Raselli e si è passati a Carlotta Adacher che ha raccontato anche lei di come è nata la relazione tra di loro, confermando la tesi di Giulio e aggiungendo:

Noi ci siamo conosciuti a Milano, ad una festa di compleanno di Megghi Galo e Giulia Cavaglia. Poi abbiamo iniziato iniziato a sentirci sui social e poi ci siamo ritrovati in Turchia. Quindi è stata una cosa graduale… La cosa si è evoluta, concretizzata. Ci stiamo frequentando. Anche perché non siamo vicinissimi. La distanza non aiuta per una conoscenza iniziale, però non è una cosa che soffro molto. Poi se sarà uno dei due andrà dall’altro.

E se a Giulio è stato chiesto un parere sulle coppie di Uomini e Donne, a Carlotta è stata chiesta la sua opinione sul Grande Fratello soprattutto sulla coppia composta da Manuel Bortuzzo e Lulù Selassié. I due, ricordiamolo, sono freschi di separazione. A tal proposito Carlotta ha voluto esprimere il suo pensiero, tirando in ballo anche il famosissimo “triangolo artistico”:

Non so bene i motivi per cui si sono lasciati. A me come coppia però piacevano. Forse lei un po’ “too much”, magari nei comportamenti, molto con il fiato sul collo però tutto sommato come coppia a me piacevano. All’inizio, quando sono entrate le sorelle non gli davo una lira, poi però le ho rivalutate molto. Però ho seguito di più Soleil Sorge con Alex Belli e Delia Duran, il triangolo. Diciamo che il GF son stati loro. Hanno creato una bella dinamica, entusiasmante, un bel triangolo.

E a proposito di chi non le piaceva:

Uno che a pelle non mi piaceva tanto era Davide Silvestri, il biondo. Lui non riuscivo ad inquadrarlo, non ci sono riuscita fino alla fine. Quindi se ti devo dire qualcuno, ti dico lui. Però proprio a pelle, non c’è un motivo in particolare. Sai quando dici: “Questo non mi dà niente, né carne né pesce, né qua né di là.” Lo vedevo che stava lì, non mi piaceva.

 

COMMENTI