Uomini e Donne: l’opinione di Chia sulla puntata del 14/04/21

Chia Aprile 14, 2021

Prima Carolina Ronca che lacrima, poi il disagio di Samantha Curcio e infine Nicola Vivarelli che finge interesse per dame a caso. Il tutto in assenza degli interventi salvifici di Tina Cipollari.

Poteva esserci puntata di Uomini e Donne più pesaaante di quella odierna?

Ma andiamo con ordine. Punto primo: Carolina n’a reggo pppiù.

Se passano cinque minuti senza che l’attenzione cada su di lei c’ha le convulsioni, santodddio. E praticamente oggi ha lacrimato perché Giacomo Czernymi ha colpita dove mi fa male, quando mi parla del carattere, che non mi dice le cose per paura delle mie reazioni” sbottando perché “tu non puoi decidere io come devo reagire, tu vuoi una bambola che fa quello che dici tu“. CONFERMANDO, di fatto, che il tronista FA PIU’ CHE BENE a mordersi la lingua quando gli verrebbe da farle presente qualcosa, pur di non scatenare OGNI VOLTA ‘ste sceneggiate ridicole.

Cioè, lei “lo so anche io di avere un carattere un po’ così a volte su certe cose“, però guai a dirglielo, eh. E guai anche a non dirle niente, in realtà, perché non le va bene in ogni caso. Una ragazza che “sono vera, so tutte reazioni vere, di pancia“, ma poi – invece di apprezzare che il tronista si sia preoccupato per lei vedendola giù – si lamenta perché non l’ha raggiunta platealmente sulla gradinata alla prima lacrima. Poi è lei che si sente sotto pressione di fronte a Giacomo, ceeerto.

Punto secondo: Samantha non s’affronta proprio.

E’ agghiacciante vedere come la tronista non faccia MAI un minimo di autocritica, nemmeno quando fa scivoloni clamorosi, ma sia sempre pronta a puntare il dito verso gli altri, rei di non reagire mai come lei avrebbe voluto. E quel Roberto non la invitava a ballare quando lei se lo sarebbe aspettata, e Bohdan Beyba non le scrive la quantità di messaggi che lei si aspetterebbe, e Alessio Ceniccola non la raggiunge dopo la puntata come lei si sarebbe aspettata. Ma magari SMETTERLA di aspettarsi cose e/o di suggerire a chi ha di fronte cosa dovrebbe o non dovrebbe fare?

Tra l’altro io sono TOTALLY dalla parte di Alessio, eh. Samantha e Bohdan hanno passato 40 minuti della loro prima esterna a descriverlo come il figlio di papà che non sa manco cosa vuol dire stare al mondo, ma come cacchio potevano pensare che quegli “attributi giganteschi” che la tronista si aspetta di trovare in un uomo al Ceniccola non sarebbero girati ad elica nel sentire certe assurdità?

Ma ci credo che il suo primo pensiero non sia stato la gelosia nei confronti di una (che ha visto tre volte in vita sua) che crede ad un pagliaccio che per fare il fenomeno se ne esce con “ti piglio e ti porto via” (salvo poi precisare che lui “andavo bene negli anni ’90, quando le cose si facevano con calma, io ci metto dei mesi” per mettere le mani avanti, sia mai che quella ce crede sul serio) ma quello di rimettere al proprio posto due semi sconosciuti che si sono permessi di giudicarlo in una patetica gara a chi è più poraccio.

Cioè, capisco che l’infanzia difficile e i drammi familiari siano un must dei programmi mariani, ma che daVero vogliamo fargliene una colpa ad Alessio se – beato lui – non ha mai affrontato sciagure nella sua vita? Ma basta con questo populismo, che se c’hai du spicci in più e dei genitori innamorati che non ti hanno mai fatto mancare niente sei ‘no stronzo che non sa cos’è la vita, oh! Ma siamo seri?

Che poi Samantha si preoccupa tanto di capire se il Ceniccola saprebbe affrontare le disgrazie, qualora gli capitassero… ma a lei, che ci ha raccontato di avere avuto “una vita agiata finché all’improvviso tutto è cambiato“, qualcuno aveva mai insegnato come “reagire ai dolori” prima che se li trovasse davanti? NO. Le cose capitano, e quando capitano si affrontano, punto. Fare un processo alle intenzioni di Alessio come se fosse un povero incapace solo perché “non beve acqua ma Coca Cola” (manco avessero detto Moët & Chandon, poi) me pare too much, ecco.

La tronista si preoccupasse di più di quel discorso iper paraculo (e maschilista) che ha fatto Bohdan quando ha detto che “per me è presto, prima dell’affinità fisica ci vuole quella mentale, mi sono divertito fin troppo per la mia età e dopo un po’ l’una vale l’altra, per sentire quel qualcosa in più la persona la devi conoscere“. Che manco Vivarelli metteva le mani così avanti con Gemma Galgani, per dire.

Lui se l’è pure detto da solo che “sono bravo a mascherare le cose” e che “non sono un santo, figuriamoci, sono il peggiore della situazione, parliamoci chiaro“. Ora la smettesse di fare quello che viveva in 5 in 16mq, che lavora dalla mattina alla sera e che “cosa ci guadagno a venire qua? questa cosa non mi porta a niente“. Perché il copione del bravo corteggiatore se l’è studiato per bene e sa che fa scena fare quello tutto casa e chiesa cantiere, certo. Peccato che tra un mattone e l’altro nel tragitto ci abbiamo infilato anche Temptation Island e Uomini e Donne, però.

Punto terzo: Sirius non se reggeva l’anno scorso, figuriamoci mo.

Ed a quella pantomima del “al giorno d’oggi bruciamo molto le tappe, molti di noi ragazzi giovani vanno in discoteca e bruciano proprio le tappe. Vedo baci partire così dal nulla, senza magari nemmeno guardare una persona negli occhi. Per me è molto importante il bacio in assoluto, ma soprattutto godersi le cose. A volte il bello è proprio aspettare e attendere. L’attesa fa crescere il desiderio, molte volte!” ci possono credere giusto lui e Bohdan. E sappiamo bene il perché.

Video dalla puntata: Puntata interaFrancesca e Amodio: “Ci stiamo frequentando dal 12 marzo e…”Carolina: “Giacomo tu vuoi una bambola…”Esterna di Samantha e AlessioAlessio: “Samantha volevo sbollire. Ecco perché non sono venuto da te”Esterna di Samantha e BohdanBohdan: “Baciare Samantha? Per me è presto!”Maria: “Gemma cucineresti per Nicola e Alice?”Un nuovo cavaliere per Angela

Video inediti: Affinità e differenze

COMMENTI