Uomini e Donne: l’opinione di Chia sulla puntata del 21/05/21

Chia Maggio 21, 2021

Su una cosa sono d’accordo con Gemma Galgani. Questo “è stato un anno abbastanza difficile“. E, televisivamente parlando, in gran parte lo è stato per colpa sua, tra l’altro.

Ma visto che oggi con fermezza ha rivendicato il diritto di “dire quello che penso, non lo trattengo perché non sono impostata” la prendo in parola, e dirò anche io tutto quello che penso di lei. Non sia mai che mi dia dell’impostata random.

E per quanto mi riguarda, Gemmona è:

– PATETICA.

Sfatiamo questo mito delle “tante persone della mia età da casa comprendono e condividono” i tuoi teatrini imbarazzanti. Mia mamma è tua coetanea e MAI si metterebbe in ridicolo come fai tu da dieci anni su Canale 5, fidati. E non certo perché è “una tutta ingessata che deve mantenere la propria immagine“, anzi, ma perché ha rispetto INNANZITUTTO per se stessa e poi pure per gli altri. E’ piena di entusiasmo e voglia di vivere quanto e più di te, probabilmente, ma semplicemente non ha alcun bisogno di andare a mostrare i mutandoni e le calze contenitive in mondovisione per dimostrare di “essere vera e istintiva“. Essere pieni di vita anche a settant’anni è BELLISSIMO e sicuramente ammirevole, ma non è certo in antitesi con il mantenere un contegno e la decenza minima, qualcuno te lo dovrebbe fare presente.

– INVIDIOSA.

Maaaaaaamma, quanto la soffri Isabella Ricci, maaaaaamma! Ti rode proprio il fegato che sia arrivata una donna non più giovanissima, come te, che possiede realmente la classe, la cultura e l’eleganza che tu hai sempre millantato e MAI dimostrato. E che, al contrario tuo, non ha affatto bisogno di elemosinare attenzioni maschili perché, ça va sans dire, le riceve senza chiederle. La soffri così tanto che non perdi occasione per gettarle fango addosso, descrivendola come “una donna molto impostata, algida e strategica, che si compiace del personaggio che ha creato“. E a parte che il fatto che tu dia della ‘stratega che si è creata il personaggio‘ a qualcun altro fa già ridere di per sé, ma è spassosissimo vederti arrancare faticosamente per tenere botta mentre lei ti asfalta ogni volta con estrema nonchalance.

Tu, come tuo solito, metti in bocca ad altri le frasi che ti tornano più comodo, e lei placida replica che “io non ho detto quello che tu hai detto. Se riporti frasi che io dico, ti prego di riportarle esattamente, altrimenti mi preme precisare“. Tu rivendichi di essere “istintiva, di getto” e lei ti annichilisce rispondendoti che “di getto non vuol dire riportare cose inesatte o non pensare“. Tu torni sul triangolo perché “potevate frequentarvi, vedervi, capire” e lei “mentre a te piace frequentare tre persone insieme, a me piace meno” (e ovviamente sul fatto che – se lei non si fosse sadicamente chiamata fuori dal teatrino – questo sarebbe andato avanti perché tu e Aldo Farella non aspettavate altro sono COMPLETAMENTE d’accordo con lei, chetttelodicoafffa). Tu pensi di metterla in difficoltà dicendo che “può darsi che lui non ti interessasse abbastanza” e lei ti fa pure passare dalla disperata che sei replicando “questo, con una sola uscita, IO non sono in grado di valutarlo“.

E potrei continuare all’infinito, perché la “rivalità” che hai citato oggi, pora stella, è tutta nella TUA testa. La Ricci non solo non ti si fila di pezza, ma non ti vede manco col binocolo tanto sta ad ANNI LUCE davanti a te. Rassegnati, perché non c’è proprio gara. E se ci fosse stata, l’avresti già persa in partenza.

– MALEDUCATA.

Dieci minuti prima perculavi Isabella dicendo “mi raccomando con le pause” e “mi sembra la Thatcher“, e poi ti lamenti che “tu sottilmente offendi“? Ma fai sul serio? Dirti che sei scortese è il MINIMO, fidati.

Maleducata con la Ricci, che ti ha palesemente chiesto di andare per la tua strada piena di “entusiasmo e sentimenti” senza parlare più di lei, specie se devi dare per scontato che – solo perché non è avventata e ridicola come te – Isabella di “entusiasmo e sentimenti” non ne abbia. Manco la conosci e già l’hai etichettata, ma quanto ti rode figlia mia! Maleducata con Aldo, che improvvisamente è diventato “quello lì” e – mentre lui ti ha lasciato parlare – tu l’hai interrotto mille volte mettendogli pure fretta perché “quello lo sappiamo, arriviamo agli ultimi accadimenti che sono i più importanti“.

E maleducata pure con la povera Tinì Cansino che ti stava semplicemente suggerendo di fare un fioretto recandoti al santuario di Santa Gemma Galgani che sta vicino a Roma per ottenere l’intercessione e arrivare al matrimonio, ma tu manco l’hai fatta parlare (strano…) e l’hai subito aggredita pensando che ti stesse suggerendo di chiuderti nell’omonimo monastero di clausura che sta a Lucca (cosa che per altro fossi in te non disdegnerei). E dicendole che “quando ci sono io ha il suo intervento, il suo momento. Mai una parola carina nei miei confronti, potresti farmi il quadro astrologico invece che pensare alla Santa, che a quella già ci penso io“. Ma, di grazia, CHI CACCHIO TI CREDI DI ESSERE?

– IGNORANTE.

Di fronte a Tina Cipollari che ti diceva “E’ uscita la vera cafona che è” hai replicato tutta fiera a Isabellaio sarò scortese, e tu sei tutta impostata, cosa vuoi che ti dica?“. Gioia mia, essere scortesi è un difetto. Oggettivamente parlando, proprio. Essere impostati o razionali non necessariamente, invece. Anzi. Ed “essere genuini” non implica certo vomitare tutta la frustrazione che ti appartiene in faccia alla gente che ha la sola colpa di non assecondare le tue fregnacce. Invece di farti vanto di una cultura che poi non pratichi, apriteli un dizionario e/o una grammatica, ogni tanto. Che poi forse ci risparmi gli tsumani, gli aga toro e pure i lifemotiv.

– SMEMORATA.

Oggi hai ironizzato sul fatto che state in una trasmissione, non dal concessionario a scegliere l’airbag o l’antenna, puntando il dito contro Isabella che “a me sembra che tu cerchi dei requisiti” solo perché la Ricci non si fa andare bene tutto ciò che passa il convento pur di stare a centro studio, ed elevando te stessa che “io vado a briglia sciolta, col cuore“. Ma a me pare tu abbia la memoria corta, visto che ‘i requisiti‘ sei la prima ad averceli (pur di giustificare le tue mosse imbarazzanti, certo). O ci stiamo dimenticando tutte le paturnie sugli uomini “troppo pensionati“, per i tuoi gusti, e le tue faccette schifate se osano andare a letto prima della mezza?

– FALSA.

Vabbè, qua dovrei aprire un libro intero, mica un solo paragrafo. Ma mi basterà sottolineare come, nella puntata odierna, tu sia passata nel giro di dieci minuti dal quotare Maria De Filippi quando rivolgendosi ad Aldo diceva che “Se io ti piaccio il lunedì mattina, come mai il lunedì sera non ti piaccio più?“, asserendo tutta tronfia che “Non è possibile!“, al replicare a Tina che ti diceva “ma se tu sei così interessata a lui, perché non puoi corteggiarlo?” che “lo sono stata interessata, ma non è che posso avere alti e bassi in continuazione“. Mica non era possibile che i sentimenti passassero in breve tempo, Gemmona?

– VOLTAFACCIA.

Come sempre, arriva il punto dove il cavaliere di turno non ti serve più per i tuoi beceri scopi, e allora ecco che inizi a descriverlo come il peggio uomo sulla faccia della terra. E questo momento è arrivato anche per il buon Aldo, che prevedibilmente si è trasformato da “persona preziosa che non volevo perdere” a una “delusione” che ti ha addirittura usata. Gioia mia, qua vi siete ampiamente usati a vicenda, questa è l’unica verità. Il bue che da del cornuto al bue, e finge pure di esserne sconvolto. Che meraviglia.

L’unica cosa divertente di questa puntata? Gli agguati che Tina fa a Gemmona nel backstage, nel tentativo di farle pigliare un coccolone. Ma anche fare gli screen che trovate nella gallery qui sotto mi ha dato una discreta soddisfazione, vi dirò.

Video dalla puntata: Puntata interaGemma: “Tina si commenta da sola e Isabella…”Tina e i suoi agguatiIsabella: “Gemma se riporti mie frasi… riportale esattamente!”Aldo: “Gemma non ho visto uno slancio da parte tua…”Mauro e Sara: “Stiamo veramente bene insieme”Tinì: “Gemma ti vuoi sposare?”

COMMENTI