‘Amici 19’, dopo il battibecco in diretta tra Maria De Filippi e Alessandra Celentano durante la finale arriva lo sfogo di Timor Steffens: “Io non fingo, mai!”

Franci 5 Aprile, 2020

Timor Steffens - Gaia Gozzi

Anche durante la finale della 19esima edizione di Amici di Maria De Filippi non sono mancate le polemiche. In particolare al momento dell’eliminazione di Nicolai Gorodiskii. Proprio in quell’occasione, quei pochi presenti in studio si sono tutti alzati per applaudire al ballerino. Tutti ma non i maestri Alessandra Celentano e Timor Steffens. Maria De Filippi non ha particolarmente apprezzato il mancato gesto e, rimarcando la cosa, si è scagliata duramente contro la prima, con cui è nato un inevitabile battibecco, mentre decisamente più silenzioso è stato il secondo che, invece, il suo pensiero ha preferito esprimerlo nelle ultime ore attraverso i social network:

Adesso parlerò del momento ‘standing ovation’ successo durante la puntata. Il rispetto va guadagnato e non è dovuto. La standing ovation è una forma di applauso in cui i membri di un pubblico seduto dopo aver visto delle esibizioni straordinarie sentono il bisogno di alzarsi e applaudire. Le standing ovation sono considerate un onore speciale. Fondamentalmente è qualcosa che ti stai guadagnando. Se io faccio una standing ovation significa che ho molto rispetto per te o una vera ammirazione che viene dal profondo del cuore per te e per le tue prestazioni sul palco. Io non fingo, non recito, mai!

Parole decisamente dure quelle del maestro, che ha espresso a chiare lettere di non nutrire particolare rispetto o ammirazione nei confronti del danzatore sorpassato dal “rivale” Javier Rojas nella vittoria del circuito ballo:

Che ne pensate delle parole espresse da Timor? Siete d’accordo con lui?

COMMENTI