La Casa di Carta, Alvaro Morte parla del cancro: “Temevo di morire, poi…”

L’attore ha parlato di quando, appena trentenne, gli fu diagnosticato un cancro alla gamba

Ludovica Dicembre 15, 2021

Alvaro Morte ha conosciuto il successo e l’amore del pubblico grazie alla sua interpretazione del Professore ne La Casa di Carta. La serie tv di Netflix è terminata con la seconda parte della quinta stagione uscita sulla piattaforma streaming ad inizio dicembre.

Alvaro, in una recente intervista, si è raccontato in maniera molto profonda tanto da rivelare di aver avuto in passato dei problemi di salute che lo hanno profondamente cambiato. A trent’anni ha scoperto infatti di avere un tumore alla coscia sinistra:

Ho temuto di perdere la gamba, pensavo di morire. Poi ho cercato di affrontare tutto con un atteggiamento positivo.

Quel periodo è stato molto difficile da affrontare. Nonostante questo, l’attore ha combattuto con tutte le sue forze per sconfiggere quel brutto male, e ci è riuscito:

Penso che la cosa più intelligente nella vita sia quella di trovare sempre qualcosa per cui brindare e io ne ho tante.

Ad aiutarlo in questo percorso di rinascita è stato il suo carattere:

Sono ostacoli che possono capitare a chiunque e che vanno affrontati. In quel momento mi ha aiutato molto avere un atteggiamento positivo.

Con il suo ruolo ne La Casa di Carta, Morte si ha conquistato l’affetto di milioni e milioni di fan. Nel 2023 uscirà Berlino, lo spin-off dedicato al personaggio interpretato da Pedro Alonso. Non sappiamo ancora se ci sarà modo di rivedere Alvaro anche in questa nuova serie. Quel che è certo è che, in molti, lo sperano.

COMMENTI