C’è Posta per Te, Bruno e Ludovico non si parlano da 10 anni per colpa dell’eredità, poi arriva l’abbraccio

Bruno era dal 2018 che scriveva al programma per poter chiarire col fratello

Lara Febbraio 27, 2022

Ieri sera è andata in onda in prima serata su Canale 5 una nuova puntata di C’è posta per te.

La padrona di casa, Maria De Filippi, come di consueto ha raccontato una serie di storie di vita ai telespettatori, a volte con l’intento di riappacificarne le parti. È stato il caso di Bruno e Ludovico due fratelli che non si parlano da dieci anni.

Bruno infatti scrive (dal 2018) a C’è posta per te per cercare di ricucire il rapporto con il fratello, terminato bruscamente per motivi economici. Come raccontato anche da fanpage, Ludovico ha infatti venduto la casa in cui sono cresciuti “la casa del fuoco” senza dire niente a Bruno:

Ciao, quanta strada per vederti e per parlarti, so che ho sbagliato ad aggredirti quando ho sentito che hai venduto la casa nel fuoco, quando ho visto altre persone che entravano in quella casa mi sono sentita morire, ho sbagliato ma non dimentico quello che tu hai fatto per me, ricordo la prima giacca che mi hai comprato, quando avevo freddo mi hai coperto, quando avevo fame hai spezzato il pane per darmelo. Poi tutti i ricordi che abbiamo insieme, quando papà ci correva dietro, tu mi hai coperto, se sono qui è perché mi manchi. Chiedo scusa, chiedo perdono, la vita sta per finire per me, se gli ultimi anni che abbiamo perso per non fare delle cose insieme, per non abbracciarci, passare un Natale insieme. Però vedi tu cosa vuoi fare.


Ludovico ha spiegato la sua versione dei fatti sia al fratello che alla conduttrice:

Io non ho ricevuto la casa da mio padre, ma dallo zio, fratello di mio nonno, gli altri due hanno avuto i terreni. Quello che ti ha detto non è vero. Non ha detto la verità giusta. La stanza che io ho venduto l’ho avuta in eredità da mio zio, loro in sostanza hanno avuto di più di me, io ho venduto perché avevo i miei problemi, era proprietà mia, intestata a me. Questo è quanto. Non mi ha mai accennato niente del fatto di volerla comprare lui, sul terreno che ha avuto dallo zio si è costruito l’abitazione sopra ed è stato bravo. Ci sono stati tanti aneddoti in cui lui non si è comportato da fratello, sono stato in ospedale per il dispiacere. Sono sei anni, dal giorno che è morta mia madre, che non ci siamo più guardati.

Dopo un primo momento in cui Ludovico sembrava rimanere sulla sua posizione, alla fine è giunto il lieto fine. Ludovico ha infatti deciso di aprire la busta:

Io per lui ci sono sempre, lui ha fatto un gran passo e mi ha fatto anche molto piacere, però mi auguro lo capisca.

COMMENTI