Cecilia Rodriguez, 30esimo compleanno in quarantena con il suo Ignazio Moser: “È stato intimo e pieno d’amore!”

Melissa 22 Marzo, 2020

Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser

La coppia formata da Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser è una delle più belle e solide nate sul piccolo schermo negli ultimi anni. I due si sono conosciuti durante la seconda edizione del Grande Fratello Vip e nonostante la piccola Rodriguez fosse all’epoca già impegnata con Francesco Monte, ben presto decise di abbandonarsi ai sentimenti per il bel gieffino. Da allora sono passati più di due anni e Cecilia e Ignazio si dichiarano sempre più innamorati e pronti a costruire insieme il proprio futuro.

Alle pagine di Gente, la Rodriguez ha raccontato di essersi ritrovata a Trento nella casa di famiglia dei Moser quando l’Italia è entrata nel pieno dell’emergenza causata dal Coronavirus ed è lì che quindi ha raggiunto un grande traguardo: spegnere trenta candeline…

Ho ballato lo stesso, sempre reggaeton, ma davanti ai fornelli mentre preparavo insieme con mia suocera la mia torta preferita: il tiramisù alle fragole. Ma sono felice. Lo dico davvero. Confesso che, quando ho capito che non ci saremmo potuti muovere da qui, mi ha preso un po’ di sconforto. Mi sentivo confusa. Ma è durata poco: festeggerò più avanti, quando si potrà. Per me è stato un compleanno intimo e pieno d’amore Mi sento privilegiata perché sono accanto all’uomo della mia vita, che per me è famiglia, e siamo con i suoi genitori che mi vogliono bene e mi fanno sentire come se fossi a casa mia. La mamma di Ignazio, a Natale, mi ha donato un suo anello, è un gesto che mi ha commossa. Sulla torta ho messo una candelina, ho soffiato e ho espresso il desiderio. Il primo non è per me, è per tutti. Perché quello che stiamo vivendo, un momento davvero triste e complicato, finisca. L’unione e il rispetto fanno la differenza. Solo così può uscire da questo allarme sanitario.

Nonostante il complicato periodo storico Cecilia ha raccontato di essere positiva e di avere gli occhi ben puntati verso il futuro, sempre accanto al suo Ignazio:

Parliamo, con maggior convinzione, di avere un bimbo nostro. Sognavo di avere il mio primo figlio a 28 anni, l’età nella quale mia madre ha avuto me. Sono un po’ in ritardo rispetto ai miei desideri, ma va bene così. Ora però non vorrei far passare molto tempo. E poi sto pensando seriamente di acquistare una casa. Ho voglia di mettere le radici, di creare una base per il mio futuro.

L’isolamento forzato non ha messo in crisi l’ex gieffina che ha approfittato di questo “tempo” inaspettato per riscoprire le proprie passioni e i dettagli passati, fino ad ora, inosservati:

Pensa come ho reagito bene: doveva essere un lungo weekend trentino, sono passate già due settimane. Non ho perso tempo, anzi l’ho fatto fruttare, e ho imparato un sacco di cose: a fare giardinaggio nello scampolo di verde immediatamente davanti a casa, a legare le viti, a cucinare, ad apprezzare come mai prima di ora il soffio del vento che ti accarezza il viso. Noi siamo chiusi in casa, è vero, e non vediamo nessuno, ma qui fuori è un paradiso: ci sono le montagne, il giardino, i vigneti. E quando i cani escono per una piccola passeggiata qui attorno, noi li seguiamo e approfitto per filmare il panorama. Vengo qui da due anni e mezzo e, riflettevo, non avevo mai filmato nulla, ora tutto ciò che mi circonda ha un valore speciale. Filmo e i video li invio a mia mamma, a mia sorella Belén, che qui non è mai venuta, a mio fratello Jeremias. Sono a Milano, nei loro appartamenti. Con queste immagini penso di condividere la mia serenità, donando anche un piccolo sollievo per gli occhi. Noi fratelli siamo legatissimi e mi mancano tanto. Ma sarà ancora più bello riabbracciarci e festeggiare non solo il mio compleanno, ma soprattutto il ritorno alla normalità. Ho promesso a mio nipote Santiago che faremo una torta grande e, come sempre, gli sarà permesso di iniziare a spegnere le candele prima di me. Sono trenta, ci vorrà fiato, quest’anno servono rinforzi!

La convivenza “forzata” con Ignazio e la sua famiglia ha dato anche l’opportunità a Cecilia di legare ancora di più con i suoceri e, in particolare, l’influencer ha raccontato un dolce aneddoto:

Essendo in casa da giorni, una sera ci siamo trovati con pochi ingredienti e tanta fame. Lui mi ha raccontato che quando faceva le corse in bicicletta mangiava spesso riso in bianco mantecato con il formaggio grattugiato, ossia risotto alla parmigiana. Ho seguito il suo suggerimento, ed è venuto squisito. […] Quando ero bambina, e mi immaginavo donna, in realtà mi vedevo così: a casa, circondata dalla natura, impegnata ad accudire la famiglia. Mi piace lavorare, sia chiaro, ma amo la vita semplice e sana, fatta di valori, idi emozioni, di tempi blandi. E quando ho Ignazio accanto è come se avessi tutto ciò di cui ho bisogno.

Se c’è stato un risvolto positivo durante questa fase delicata, Cecilia non ha dubbi: il poter godere, ancora di più, della compagnia del suo fidanzato…

Dicono che questo isolamento e la convivenza 24 ore su 24 possa creare tensioni nella coppia. Per noi è il contrario: io sono felicissima di stare appiccicata a lui, noi due soli. Ci capita di tardo, siamo sempre con tanta gente, soprattutto quando veniamo qui dove ci sono i suoi amici di infanzia che vede poco. È bellissimo avere attorno persone, sia chiaro, ma a me dopo un po’ salgono i fumi della gelosia perché non mi sento al centro delle sue attenzioni. Il regalo più bello è averlo in esclusiva per così tanto tempo.

E voi che cosa ne pensate delle parole di Cecilia?

COMMENTI