Isola 16, Jeremias Rodriguez ospite a Verissimo parla per la prima volta dei suoi problemi con la droga: “Sono durati dieci anni”

L'ex naufrago, insieme al padre Gustavo, ha commentato il "peso" di essere un Rodriguez

Luisa Maggio 14, 2022

Ospiti nel salotto di Verissimo di oggi sono stati Jeremias e Gustavo Rodriguez, reduci dalla partecipazione all’Isola 16. Il padre ed il figlio hanno parlato del loro rapporto, della discussa esperienza nel reality show ed, in particolare, Jeremias ha raccontato il lungo e difficile periodo che ha affrontato nel suo passato. “Terzo e ultimo reality, come ho detto col secondo. Sicuro, sicuro.” Ha esordito l’ex naufrago appena arrivato nello studio di Silvia Toffanin.

Ecco cosa Gustavo ha detto del figlio e dell’occasione di aver condiviso con lui l’avventura de L’Isola dei Famosi:

A dire la verità noi non viviamo più insieme da quanto ormai…10 anni. Lui era fuori di casa anche quando era in casa. È stata una bella opportunità per restare insieme e in un punto diverso che ti fa tirare fuori tante cose diverse. A casa questo non succede mai. Un’ esperienza che io consiglio a tutte le persone che vogliono andare all’Isola perché il risultato alla fine ti fa bene. A me ha fatto bene essere con lui ed io ho continuato a vivere come se fossi a casa mia. La mia relazione con lui è uguale, non sono abituato a questo mondo. Sono un padre, sono fiero di esserlo è la cosa migliore che mi sia successo e continuerò a farlo fin quando Dio vorrà.

Parlando di Santiago e Luna i suoi nipoti, figli di Belén Rodriguez, si è commosso:

Essere nonno è una delle parti più belle quando ritorni, mi fa emozionare. Santiago particolarmente mi ha dato un abbraccio che non mi lasciava più. Quando ho visto Luna che è troppo simpatica era cambiata, cresciuta…Una cosa meravigliosa.

Aveva iniziato l’avventura dell’Isola in modo molto propositivo, tuttavia ha compreso che il suo viaggio poteva concludersi: “Io mi commuovo spesso, sono sempre al limite non è una cosa che programmo mi viene quando mi viene. Fin quando ho detto al pubblico di voler tornare a casa. Io ero fiducioso di arrivare in finale, lo so che è difficile. Mi sentivo bene con la testa, ma avevo capito che il mio percorso era finito.”

Jeremias ha avuto un passato molto complicato ed ha dichiarato di averlo superato con molta difficoltà:

Non voglio mettermi sul profondo perché quello che volevo raccontare l’ho raccontato. Quello che era più intimo l’ho risolto e non voglio continuare a parlare di cose che sono passate. Magari in quei momenti lo raccontavo dalla parte della vittima. Oggi non sono più vittima ci sono delle cose che sono cambiate. Depressione? Non è stato facile la vita che ho fatto, io non vado fiero della vita che ho fatto in passato. Io penso che per le persone che hanno un percorso, come ho fatto io, per capirle bisogna andare oltre.

Il fratello di Belen e Cecilia Rodriguez ha dichiarato che il mondo dello spettacolo non fa per lui. È stata un’occasione che ha sfruttato e che ha voluto provare.

Non siamo tutti uguali, io purtroppo ho accettato di non essere tagliato per questo lavoro perché alla fine bisogna essere portati. Ho provato come penso lo avrebbe fatto qualsiasi altro ragazzo nella mia situazione. Perché non avevo la vita risolta, magari quella la ha mia sorella ma io non faccio parte di quella.

Inoltre, ha affermato di non aver mai voluto “rubare” il palcoscenico alle sorelle:

È sempre stato il loro. Non ho mai voluto rubare niente, semplicemente lo ripeto è stato un periodo dove non avevo niente di meglio da fare. A casa di muratori chi non avrebbe provato a fare il muratore? Veramente. Volevo anche dire che, in quel periodo, io sono stato davvero cancellato. Non vedevo neanche loro tanto. Per tre anni dopo l’ultima Isola, io sono sparito per sistemare delle cose che dovevo sistemare. Sono contento di aver avuto anche il coraggio di affrontare determinate cose. Penso sia la cosa più difficile del mondo. Ho avuto il coraggio e il tempo di farlo. Loro lo sapevano, ma ho avuto il bisogno di togliermi da tutti i contesti dove vivevo perché non mi facevano bene. Ora sono tornato senza problemi, senza paura di peccare. Più chiaro di così non lo posso dire.

Da due anni è fidanzato con Deborah Togni, Jeremias l’ha conosciuta quando non si accettava:

In quel periodo è arrivata Deborah è stata importantissima. La famiglia, la mia ragazza mi sono sempre stati vicino. Ho allontanato chi non mi faceva del bene e la distanza mi ha fatto capire tante altre cose. Dopo tanti anni che non affrontavo le cose ho capito che dovevo cambiare per aver un altro risultato. In quel momento, ho conosciuto Deborah che è stata la mia salvezza e anche per quello sono stato molto più tempo da solo, senza la famiglia, è perché c’era lei. Mi ha fatto capire che non dovevo modificarmi per piacerle. Penso che non ci sia cosa più bella. Io in quel momento mi facevo schivo, questa è la verità!

L’ex naufrago ha dichiarato di aver avuto problemi con sostanze stupefacenti:

Ciò che mi ha fatto chiudere è che mi ero stancato di stare male. Basta, non volevo uscire di casa. Non ho mai preso medicine. Forse una volta, ma ho visto l’effetto che facevano su di me e ho detto basta. Questo mi è durato dieci anni. Droga? Eh si qualcuno non lo aveva capito? Si, è stato uno dei miei punti no. Quello che mi ha fatto stare male. Non avevo la lucidità di andare avanti. Se la testa non è lucida non si può andare avanti, senza un minimo di ordine non si può. Toccare il fondo mi ha fatto scattare. Mi sono detto: “Non voglio vivere così”.

Ha raccontato come ha conosciuto la sua fidanzata:

Col covid per fortuna è arrivata Deborah. La storia è stata bellissima. L’ho conosciuta il primo sabato dopo il primo lockdown… Di lei mi era rimasta solo una polaroid. Il giorno dopo mi sveglio, vedo la foto e chiedo ad un nostro amico che dovevo conoscerla. Alla fine sono tornato al bar per chiedere se qualcuno la conoscesse e una persona mi ha fatto aspettare, poi tramite Instagram l’ho trovata. Adesso sono quasi due anni e va molto, molto bene.

Papà Rodriguez sul passato del figlio e su quello che è diventato ha affermato:

Penso che lui racconta tutto e come ne è venuto fuori con l’intenzione vera che ci sentano tutte le persone che in questo periodo attraversano una situazione uguale. Si deve avere il coraggio per uscirne da solo e anche per condividerlo davanti alle videocamere. Io sono fiero di lui e tra noi non è cambiato mai nulla. Siamo una famiglia normale.

Jeremias ha dichiarato che per lui non è un fardello essere il fratello di…, ma che la gente si permette di giudicare troppo presto:

Per me non è un peso è stata una soluzione. Per la gente è un problema. Perché mi giudica come se fossi nato nell’oro io sono normale, super umile e chi mi conosce lo sa. Chi lo fa dopo che mi vede per mezz’ora in un reality… Quello che devo fare non lo so ancora bene, ma ho imparato quello che non devo fare più. A 33 anni sapere quello che non vuoi non è poco. Bisogna agire su quello che ti fa male.

QUI l’intervista integrale.

COMMENTI