Prison Break, Wentworth Miller rivela: “Ho scoperto di essere autistico”

L’attore racconta della sua diagnosi arrivata a 49 anni

Luana Luglio 28, 2021

Wentworth Miller, il protagonista dell’amatissima serie tv Prison Break, ha scelto di condividere con tutti i suoi fan – tramite un post su Instagram – la notizia di aver appreso lo scorso anno una diagnosi di autismo.

 

Queste le parole con cui Miller ha raccontato quello che gli è successo lo scorso autunno:

Questo autunno sarà un anno da quando ho ricevuto la diagnosi informale di autismo. Preceduta da un’autodiagnosi. Seguita da una diagnosi formale. È stato un processo lungo e tortuoso che ha bisogno di aggiornamento. Sono un uomo di mezza età. Non un bambino di 5 anni.

La star della serie tv Prison Break ha spiegato come questa notizia sia stata per lui spiazzante, ma ha anche puntualizzato che in passato aveva già percepito qualche atteggiamento che potesse in qualche modo fargli pensare quello che poi effettivamente gli è stato diagnosticato.

L’attore 49enne ha poi aggiunto:

Non voglio correre il rischio di essere improvvisamente una voce forte, però male informata. Della comunità #autistica (questo lo so) è stata più volte al centro di dibattiti. Si è parlato a sproposito e io non desidero fare altri danni. Solo alzare la mano, dire: “Sono qui. Ci sono stato (senza rendermene conto)”.

E ancora:

Se qualcuno è interessato ad approfondire #autismo + #neurodiversità, vi indicherò numerose persone che condividono contenuti riflessivi, stimolanti su Instagram, TikTok… con cui spacchettare la terminologia. Aggiungendo sfumature. Combattere lo stigma.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Wentworth Miller (@wentworthmiller)

Queste le parole con cui Miller ha comunicato ai suoi numerosissimi follower quello che gli è accaduto.

COMMENTI