Silvia Toffanin parla del suo ruolo in televisione e ammette: “Se non avessi incontrato Pier Silvio Berlusconi…”

La conduttrice parla anche della novità di Verissimo in onda la domenica e rivela come si sente ad aver ‘preso il posto’ di Barbara D’Urso

Ludovica Settembre 15, 2021

Silvia Toffanin è la regina del sabato pomeriggio di Canale 5 da ormai diversi anni a questa parte. Il suo programma d’intrattenimento, Verissimo, è molto amato dal pubblico e proprio per questo, da quest’anno, ci sarà un doppio appuntamento: il primo il sabato e il secondo la domenica pomeriggio.

Silvia, intervistata da Il fatto quotidiano, ha ripercorso tutta la sua carriera per la quale determinante è stato l’incontro con Pier Silvio Berlusconi, compagno della Toffanin e padre dei suoi figli. La conduttrice ha infatti ammesso:

Assolutamente più aiutata, ci mancherebbe altro e probabilmente, al 99,9%, se non avessi incontrato Pier Silvio non sarei qui a fare televisione.

All’inizio i pregiudizi sono stati difficili da digerire. Col tempo, però, Silvia ha imparato a gestire anche quelli:

Non sono una che ci sta male, è parte del gioco ma devo dire che ora non lo percepisco più. Sono passati vent’anni.

La presentatrice è pronta per la nuova stagione televisiva che partirà per Verissimo il 18 settembre:

L’ansia c’è sempre, anche quel pizzico di paura. Non sono una che prende le cose alla leggera perché cerco sempre di dare il massimo. Sarà quel che sarà intanto ci metto tutta me stessa.

Sul doppio appuntamento non è stata da subito convintissima:

Ci ho pensato un bel po’, avevo dubbi ma alla fine ho deciso di provare. L’azienda ha voglia di sperimentare anche altro, per ora sono otto, dieci puntate poi si vedrà. Ci adatteremo al cambio di pubblico e di giornata con ospiti differenti, con interviste più larghe. Cercheremo anche di stare su nomi legati all’attualità, per il resto Verissimo è Verissimo, il format è lo stesso con interviste e racconti.

Il paragone tra Silvia Toffanin e Barbara D’Urso, per molti, sarà automatico:

Quando ho ereditato Verissimo era stato condotto da Cristina Parodi, Paola Perego e anche da Brindisi e Corbi. Anche lì c’è stato il paragone, a me però non piacciono perché mettono le persone in competizione. Noi facciamo il nostro mestiere, Mediaset mi ha chiesto questo nuovo impegno e ognuno ha un suo stile, un suo modo di fare tv. Barbara è una superprofessionista, fa questo lavoro anche da più anni di me, non c’è competizione.

Silvia, da sempre molto pacata e moderata nel suo modo di condurre, ha mostrato un diverso lato di sé nel corso di un’intervista a Pamela Prati durante il periodo del Prati gate:

Quando mi arrabbio mi arrabbio (ride, ndr). Forse è vero, è un lato del mio carattere che non era venuto fuori perché non avevo avuto occasione di mostrarlo. Non mi era mai successa una cosa del genere, non mi ero mai trovata di fronte a una storia così allucinante.

In questi anni alla Toffanin sono arrivate diverse proposte che lei ha sempre preferito rifiutare perché desidera prima di tutto non stare troppo lontana dai figli in questa fase di crescita. Nel 2020 si era anche presenta la possibilità di cocondurre Sanremo:

Mi ha fatto piacere ma in quella occasione ho preferito dire di no. So che tutti sognano Sanremo ma io non lo vivo come un mio obiettivo. Non ho l’ambizione di essere in video a tutti i costi, mi piace fare le cose dove posso portare un valore aggiunto, esserci per esserci non fa per me.

Circa un anno fa è scomparsa sua mamma Gemma e Silvia ha ricevuto la notizia poco prima di andare in onda:

Quando è scomparsa mia mamma ero in macchina, stavo andando a registrare Verissimo. Sotto shock ho annullato tutto e sono tornata indietro. Pier Silvio, però, mi ha invitato a riflettere, dicendomi che forse a mia mamma avrebbe fatto piacere che andassi in onda. Ero titubante, ma poi ci ho pensato. Lui ha una sensibilità spiccata, sa guardare oltre e sa farmi riflettere. Alla fine ho trovato la forza per andare in onda. L’ho fatto per lei che non si perdeva una puntata ed era orgogliosa di me. L’ho fatto per lei ma la forza me l’ha data lui, è una cosa bellissima e per questo lo ringrazio.

COMMENTI