‘Temptation Island 7’: l’opinione di Chia sulla terza puntata

Chia 17 Luglio, 2020

Temptation Island 7 - Ciavy Maliokapis e Valeria Liberati

Lo vado ripetendo sempre, quando mi trovo a commentare Temptation Island, forse perché è una sacrosanta verità: qualunque sia la tua situazione sentimentale attuale, questo programma ha l’innata capacità di farti sentire sempre incredibilmente fortunato.

Sei single? Complimenti, stai scansando fossi con invidiabile lungimiranza!

Sei accoppiato? Congratulazioni vivissime a te e al tuo partner! Perché per quanti problemi possa avere la vostra storia, se paragonata con quelle che vediamo miseramente raccontate davanti al falò di Filippo Bisciglia vi sembrerà comunque una passeggiata di salute.

Che poi parliamoci chiaro: altro che femmine alpha, altro che donnoni che tengono i pall (cit.) e che mangiano in testa ai loro compagni, la verità è che per quanto gli esemplari maschili che ci propina ogni anno Temptation Island siano incredibilmente imbarazzanti, ‘ste fidanzate sono DAVVERO PATETICHE. Punto.

E’ patetica Valeria Liberati, che nel pinnettu e ai falò declinava il suo schifo di fronte agli rvm di Ciavy Maliokapis in ventordici modi differenti, alternando stizza e labbruccio tremolante, ma nel villaggio era troppo impegnata a strusciarsi addosso ad Alessandro Basciano per ricordarsi della sua esistenza.

Che io mica mi son stupita che siano usciti dal programma separati, dopo il falò di confronto anticipato richiesto da lui, eh. Mi stupivo più del fatto che stessero ancora insieme, così disfunzionali come sono. Ah, che brutta roba, il non sapere stare da soli che ti porta a stare con chiunque…

Sei consapevole che il tuo fidanzato non è più innamorato (ammesso che lo sia mai stato…) di te, che gli piacciono troppo le donne per riuscire a resistere, che ti ha messo “le peggio corna” ogni giorno per 4 anni? E allora LO LASCI, bella mia, non te lo porti a Temptation Island.

Perché Ciavy che sta con una donna solo perché “gli serve” qualcuno che gli porti acqua e limone a letto la mattina mentre la suocera gli lava le mutande è sicuramente ridicolo, ma tu che scientemente te lo sei accollata fino a mo non sei certo da meno. Che se ti ha “trattata da zerbino“, ti ha “annullata” e ti ha “rinchiusa per anni” la colpa è SOLO TUA che gli hai permesso di farlo, eh. E finché non sei incappata negli addominali di Basciano avresti pure continuato a farglielo fare, tra l’altro.

Due elementi così imbarazzanti, questi, che più che capire chi tra loro avesse torto e chi ragione (una fatica inutile, visto che sono stati oggettivamente pessimi entrambi) era più una gara a chi fosse il meno poraccio. E Valeria s’è così impegnata sotto quelle coperte con Alessandro da riuscire nell’impresa impossibile di regalare la vittoria a Ciavy (che dal canto suo potrebbe pure evitare di crucciarsi per la dignità dell’ormai ex fidanzata, visto che di vergogna ne dovrebbe provare già a sufficienza per sé, comunque). E a mani basse, per giunta. Perché non ci sono giustificazioni che tengano, per quanto il tuo fidanzato sia disgustoso se ne sei così innamorata come dici non ti getti tra le braccia di un altro con la stessa rapidità con cui io alle feste mi lancio sul buffet dei dolci. Fine.

L’unica cosa che mi interessa sapere, ora, è se Basciano ha retto il teatrino del tentatore invaghito della fidanzata anche fuori dall’Is Morus Relais, o finito il falò tra quei due s’è appellato al distanziamento sociale come un Nicola Vivarelli qualunque.

E’ patetica anche Annamaria Laino, e lo è ancora di più dopo tutto ciò che l’ex moglie di Antonio Martello ha raccontato sulla nascita della loro storia. Più che un fidanzamento qua ormai si tratta di una conclamata multiproprietà, ma di che stamo a parlà?

Antonio che – quando sa di essere ripreso dalle telecamere – dice che Annamaria è perfetta e che gli manca anche solo sentire la sua voce ma poi nuota con la tentatrice fino alla Corsica pur di eludere il microfonista è così imbarazzante da apparire quasi geniale, nel suo evidente disagio, ma lei che pur non sentendosi bella /amata / cercata / echipiùnehapiùnemetta continua a star con lui (e s’accolla pure mutui trentennali a causa sua) non è certo meglio, regà, su.

Era patetica pure Sofia Calesso, che nella sua permanenza di tre ore e mezza nel villaggio ci ha quasi regalato la stessa quantità di (inutili) drama di un decennio di Gemma Galgani nel Trono over, ma nonostante tutti quei voli pindarici che ha fatto fare alla sua mascella mentre gridava all’oltraggio di fronte ad ogni rvm del fidanzato Alessandro Medici se l’è (prevedibilmente) ripreso.

E soprattutto è patetica Anna Boschetti, forse la peggiore fidanzata di tutte le edizioni di Temptation Island viste finora. Anzi, togliamo il ‘forse‘, che se la giovane età di chi l’aveva preceduta poteva essere un’attenuate, nel suo caso peggio me sento.

Hai 37 anni, due figlie e un fidanzato 27enne che urla al mondo quanto ama te e le tue piccole, e – in mezzo a sto branco di quaquaraquà che impostano la modalità aereo sul telefonino pur di tradire le proprie compagne in tutta libertà – invece di aspettare con ansia il falò finale per baciare dove cammina Andrea Battistelli per l’incommensurabile (e immeritato) culo che hai avuto non vedi l’ora di rivederlo per sentirgli dire quanto l’hai fatto stare male con la tua recita agghiacciante?

Ma a parte l’insensatezza – a tratti criminale – nel voler ottenere dei figli col ricatto di cui abbiamo già lungamente disquisito le scorse settimane, ma quanto sono cringe i suoi rvm (con tanto di scritta sputtanamento sempre in sovrimpressione) dove finge di strusciarsi addosso a un tentatore che – quando non è il momento della recita – glielo dice pure in faccia quanto sia disgustoso il suo accanimento nei confronti di quel pover’uomo? E si lamenta pure che Andrea preferisca perderla piuttosto che fare quel passo (che già le ha detto biliardi di volte che – con la massima onestà – al momento NON VUOLE FARE)?

La faccio io la viziata quando esco. Non vado manco più a lavorà, mo mi mantieni pure!“?

Andrea che pur assistendo a rvm atroci non li prende come scusa per lanciarsi addosso alla prima single che passa, ma al contempo si guarda bene dal richiedere il falò di confronto anticipato perché conscio che così farebbe solo il gioco di Anna, preferendo quindi aspettare tutti e 21 i giorni di permanenza nel villaggio per tirare le somme ha capito esattamente come va sfruttato un programma come Temptation Island. Scoprendo quanto fa schifo chi hai accanto, ma senza passare tu stesso dalla parte del torto. Che qua – lo sappiamo bene, ormai – è un attimo (citofonare a Valeria per la conferma).

Però un pochino con quella tentatrice super pucciosetta che ieri sera gli si è dichiarata fatemelo shippà, su.

Fortuna che ci pensano le due coppie Vip ad alleggerire un po’ la sensazione di big disagio.

Antonella Elia e Pietro Delle Piane per ora (e sottolineo il ‘per ora‘, viste le anticipazioni delle facce che farà lei settimana prossima al falò… che – conoscendola – potrebbero essere causate anche solo dalla vista di un mojito con ghiaccio, eh, ma non si sa mai…) mi stanno facendo crepare dalle risate, tra lui che ha scambiato le tentatrici per estetiste e si fa passare il rullo di quarzo e il gua sha sul viso e lei che vedendolo abbigliato da cinese mandarino per la cena con la single gli da del coatto senza pensarci due volte.

Ma i miei preferiti rimangono senza dubbio Manila Nazzaro e Lorenzo Amoruso. Una coppia così ben assortita che – nonostante qualche comprensibile giramento di balle, visto che stiamo pur sempre a Temptation Island – nei rispettivi villaggi ha inconsapevolmente assunto il medesimo ruolo, quello del saggio che si prende a cuore i disagi altrui. Con le altre coppie non c’è proprio gara, su.

COMMENTI