Viola come il mare, confermata la seconda stagione: ecco qualche anticipazione e quando dovrebbe andare in onda

La sceneggiatrice Elena Bucaccio ha dato qualche anticipazione su trama e cast

Luisa Novembre 7, 2022

La prima stagione di Viola come il mare si è conclusa venerdì 4 novembre e la serie che vede protagonisti Francesca Chillemi e Can Yaman avrà un seguito. Infatti, la seconda stagione è in lavorazione e potrebbe tornare su Canale 5 già verso la fine del 2023. La sceneggiatrice Elena Bucaccio è stata intervistata da Fanpage.it ed ha raccontato come proseguirà la storia sulla giornalista Viola Vitale e l’Ispettore Capo Francesco Demir.

Sì, sei prime serate e dodici episodi da 50 minuti. Attraverso Viola Vitale, ci piace raccontare che si può essere belle, intelligenti, donne in carriera, avere una vita, un lavoro complesso e non per questo rinunciare alla propria femminilità e alla forza che ne deriva. È una serie di cui andiamo molto fieri e che abbiamo costruito pezzo per pezzo. Con un’attrice, Francesca Chillemi, che è cresciuta con noi ed è parte della nostra famiglia.

Sull’inizio delle riprese e sul periodo di messa in onda ecco cosa ha anticipato:

Cominceremo a girare nella primavera o estate del 2023. La seconda stagione dovrebbe andare in onda l’anno prossimo. Nell’autunno del 2023, al più tardi nella primavera del 2024. Non vi faremo aspettare molto. Di solito facciamo in modo che una serie torni ogni anno, al massimo ogni anno e mezzo. Un po’ perché conferisce realismo alla storia e un po’ perché quando passa troppo tempo, l’attenzione cala. E poi quando la serie ci piace, la scriviamo velocemente.

In Viola come il mare 2 ci saranno dei nuovi personaggi che interagiranno con la Chillemi e Yaman:

Ci saranno nuove figure che da una parte metteranno in crisi Viola e dall’altra l’aiuteranno nel suo percorso. Inoltre, assisteremo a una importante messa a fuoco del lavoro di Viola. Ci saranno nuovi antagonisti sentimentali molto interessanti. Questo è il massimo che ti posso dire.

Nella serie la protagonista ha la sinestesia, un disturbo neurologico e per descriverlo si è scelto un soffio colorato. La Buccaccio ha raccontato quale è stato il processo ed ha detto che la Chillemi ha parlato con persone che soffrono di sinestesia per comprendere al meglio come rappresentarla:

Non è stato facile rendere visivamente comprensibile la sinestesia. Siamo passati attraverso diverse fasi. Abbiamo colorato le persone che però sembravano puffi o Hulk. Abbiamo creato degli sfondi, ma sembrava di stare in un quadro di pop art. E poi abbiamo scelto il soffio. Per noi era importante esprimere il modo in cui questa sindrome agisce nel profondo su Viola. Sentire i sentimenti degli altri, può essere un dono o una condanna.

COMMENTI