‘Isola 13’, Jonathan Kashanian sorprende: “Provo un affetto speciale e un bisogno di stare vicino a Bianca Atzei”

Di Stefania - 20 maggio 2018 21:05:48

Reduce dalla tredicesima edizione de L’Isola Dei Famosi, conclusasi lo scorso 16 aprile con la sorprendente vittoria di Nino Formicola, Jonathan Kashanian sta pian piano ritornando alla sua quotidianità e al suo lavoro.

Ospite oggi a Domenica Live, l’israeliano ha raccontato il bel periodo felice che sta vivendo. E’ tornato dagli affetti più veri e importanti della sua vita, la sua famiglia, che lo ha sempre supportato e che gli ha fatto sentire la sua vicinanza anche nella sua avventura in Honduras, come quando sua madre ha preso l’aereo ed è andata fin lì per riabbracciarlo. Un momento davvero toccante e colmo di significato, in cui il Kashanian ha espresso il suo forte desiderio di essere amato e di paternità.

Intervistato da Barbara D’Urso, il vincitore del Grande Fratello 5 ha rivelato un aneddoto legato proprio alla sua nascita, che non era stata esattamente programmata: i suoi genitori, infatti, dopo aver avuto già tre figli, non erano intenzionati ad averne un quarto.

Mia madre aveva la spirale, non voleva un quarto figlio. Ho rotto le scatole anche in quel caso! Sono riuscito ad entrare e a nascere! Lei ha detto che sono lo sbaglio più bello della sua vita. Mia madre non ama la tv, ma oggi si è rassegnata e dice che c’è bella gente.

L’esperienza dell’Isola 13, oltre a queste consapevolezze, gli ha donato anche dei rapporti speciali, su tutti quello con la cantante Bianca Atzei, che gli ha fatto recapitare un videomessaggio in puntata, in cui ha fatto dichiarazioni forti.

Non riesco più a stare senza di te. Solo noi sappiamo quello che abbiamo superato su quell’Isola. I nostri genitori si conoscono, si piacciono. Ma perché non fai un pensierino su di me? Magari sboccia qualcosa!

Visibilmente emozionato, l’esperto di moda non ha potuto più nascondere le sue sensazioni sul rapporto con la Atzei, che chissà se sboccerà in qualcosa di più:

Non ho mai mischiato la mia vita privata con questo lavoro e ho pagato il prezzo. La gente si immedesima con i sentimenti e con me non ha potuto farlo. Dopo quest’Isola, posso farlo per la prima volta dopo 15 anni. Provo un affetto speciale per Bianca. Devo dare un’etichetta a questa cosa? No. Lei mi fa stare bene. Si può chiamare amore, bisogno di uno dell’altro? Non chiamiamolo. Me lo sto godendo il più possibile. Bianca mi ha regalato un brio che non provavo da tanto tempo. La voglio al mio fianco.

QUI potete rivedere la sua intervista.

Che ne pensate delle parole di Jonathan?