Carolina Marconi e Alessandro Tulli ospiti a Verissimo: “Ecco quando potremo provare a cercare una gravidanza”

L’ex gieffina parla della fine delle cure per il tumore al seno

Luana Gennaio 21, 2022

L’ex gieffina Carolina Marconi non ha mai fatto mistero del periodo particolarmente complicato che ha passato, anzi, ha sempre condiviso con i suoi fan tutte le tappe della malattia che l’ha colpita, dall’intervento che è durato ben 8 ore fino ad arrivare alle successive chemioterapie.

Adesso finalmente il suo ciclo di cure è giunto al termine e a raccontarlo è stata lei stessa nel corso di un’intervista rilasciata a Verissimo insieme al fidanzato Alessandro Tulli, che avremo modi di vedere domenica prossima:

Una settimana fa ho tolto la cannula della chemio ed è stata la conclusione di un incubo, ma anche di un percorso che ha avuto i suoi lati positivi, come il rafforzamento della nostra coppia. Inizio a sentire i capelli che ricrescono. Ogni tanto prendo la spazzola e mi pettino, solo per ricordarmi come si faceva.

E ancora:

il cancro non dipende da nessuno ma conta lo spirito con cui lo si affronta: se lo fai in modo positivo riesci a superare tutto. Questa cosa mi ha uccisa, ho toccato il fondo, ma ora sono risalita più forte di prima. La vita me la voglio godere tutta.

La Marconi ha poi rivelato che il suo sogno e quello di Alessandro è quello di diventare genitori:

Ora devo fare una cura ormonale che dura cinque anni, ma grazie a degli studi sperimentali avrò la possibilità di provare a rimanere incinta fra due anni e non vedo l’ora. Aspetto con ansia questa cosa.

Alessandro dal canto suo ha invece voluto ricordare tutte le difficoltà che è riuscito a superare grazie alla tenacia di Carolina:

Quando il dottore ci ha comunicato l’esito dell’esame siamo andati all’inferno e siamo ritornati insieme. Voglio ringraziare le nostre famiglie che non ci hanno mai abbandonato perché al momento della diagnosi avevamo paura. Nella sfortuna siamo stati fortunati. Ma lei ha preso tutto con il sorriso, è stata fortissima e travolgente.

COMMENTI