Fattore M: spazio dedicato a Marco Mengoni. Marco papabile candidato Best Italian Act agli MTV EMA 2017

Isa Settembre 30, 2017

Marco Mengoni

Salve a tutti!Questa settimana il nome del Mengoni è rimbalzato sui Social per l’ennesima candidatura della sua carriera. Sto parlando dei famigerati MTV European Music Awards 2017, in programma a Londra, nell’epica SSE Arena di Wembley, il 12 novembre prossimo. Le rose dei candidati verranno svelate tra pochissimi giorni, ma prima di allora MTV ha deciso di dare la possibilità al grande pubblico di collaborare alle nomination della categoria Best Italian Act, scegliendo il quinto candidato. Fino alla mezzanotte di lunedì 2 ottobre, gli internauti potranno esprimere la loro preferenza attraverso un tweet con l’hashtag #MTVEMA più l’hashtag corrispondente al loro artista preferito, a scelta (e questo è il punto!) tra i cinque seguenti nomi: Alessandra Amoroso, Ermal Meta, Michele Bravi, Ghali e (rullo di tamburi…) Marco Mengoniiii (QUI il link al sito di MTV)! Quindi se vi va di twittare un po’, #MTVEMA #NominoMarcoMengoni.

P.S. Forse quest’anno c’è chi merita più di lui, però il Mengoni è il Mengoni!

Vi chiederete come mai sponsorizzi questo concorso/premio/cerimonia più di altri: ebbene, ho un debole per gli EMA sin dagli albori della carriera di Marco, anno 2010. Quell’anno, grazie alla valanga, valanga di voti elargiti dalla sua fanbase in rete, il Mengoni si aggiudicò per la prima volta non solo il Best Italian Act, ma addirittura il Best European Act. Miglior artista europeo 2010 per MTV. Sì lo so, sono una sentimentale, ma come dimenticare la sensazione di delirio dei pomeriggi passati sulla cyclette, con un libro universitario davanti e il PC sopra al libro, a cliccare in maniera forsennata sulla faccia del Mengoni direttamente sul sito degli EMA, mentre Suzuki (sponsor ufficiale dell’evento) mi ringraziava instancabilmente? Sentimentalismi a parte, correva l’anno 2010 e Marco era in piena fase indie. Ascoltava un botto di carnatic music, e nei suoi concerti contaminava ogni brano con i suoi ascolti “estremi”. Vocalizzi a gogò, intro stravolte, faticavi a riconoscere i pezzi per i primi 30 secondi! A ogni esibizione, riarrangiava le canzoni, quasi fosse un delitto riproporre al pubblico la stessa versione per due volte consecutive. Era senza dubbio un artista acerbo, ma la sua straordinarietà era lampante, già in queste piccole (grandi) cose che lo distinguevano di netto dagli altri.

 

 

Prima di chiudere, un po’ di aggiornamento numerico: secondo EarOne –  principale piattaforma di rilevazione dei passaggi radiofonici in Italia – Marco Mengoni è in Top 💯 airplay italiana con 5 brani: #Onde (37) #IoTiAspetto (74) #EsseriUmani (75) #ProntoACorrere (88) #TiHoVolutoBeneVeramente (97). Non male, che ne dite? Alla prossima!

COMMENTI