Gf Vip 6, Barù insofferente ai cazziatoni degli autori: “Che ca**o mi avete chiamato a fare?”

Nelle scorse ore aveva anche rivelato cosa gli chiederebbero insistentemente in Confessionale

Dalia Dicembre 31, 2021

L’ingresso di Barù al Gf Vip 6 ha sicuramente portato una ventata di allegria, ma è pur vero che l’uomo viene spesso ripreso dagli autori per alcune sue dichiarazioni.

Già negli scorsi giorni, il nipote di Costantino della Gherardesca aveva fatto ridere il popolo del web quando si era sbilanciato sul pensiero degli autori. Entrato nella Casa del Gf Vip senza troppo entusiasmo, Barù aveva letteralmente confessato di aver già messo in guardia gli autori della sua vita poco entusiasmante e di non aver nulla da raccontare.

Reclutato comunque nel cast del reality, Barù si sta facendo apprezzare per il suo linguaggio diretto e dissacrante, che però spesso non sarebbe apprezzato dagli autori che, al contrario, spingerebbero anche con lui sulla love story.

Infatti, negli scorsi giorni, Barù aveva confessato a Katia Ricciarelli le sue perplessità sulle richieste degli autori, prima che la regia potesse staccare la diretta:

Che pa**e, che noia, questi Grandi Fratelli mi spingono… vogliono che trom*o!

Oggi, poi, Barù ha confessato di aver ricevuto da parte degli autori dei veri e propri ca**iatoni per il suo linguaggio, ritenuto troppo audace:

Se non posso fare le mie battute me ne vado a casa, che ca*zo mi avete chiamato a fare, il democristiano?

Sicuramente Barù verrà rimproverato per il linguaggio non proprio lineare e cauto, ma a molti pare strano che gli autori se la prendano solo con lui e non con gli altri inquilini che, in questi tre mesi, si sono lasciati andare ad esternazioni ben più discutibili, a partire da Katia Ricciarelli.

COMMENTI

TAGS