Gf Vip 6, Clarissa Selassié: “Katia Ricciarelli si meritava la squalifica, per me il suo è razzismo. Non la perdonerò mai se…”

La princess ha svelato anche in quale occasione ha cambiato idea su Manila Nazzaro, iniziando a trovarla falsa e costruita

Ludovica Gennaio 9, 2022

Clarissa Selassié è stata ospite di Giada Di Miceli nel corso della trasmissione radiofonica Non succederà più. La ragazza ha commentato le ultime vicende che hanno riguardato Katia Ricciarelli e i suoi atteggiamenti nei confronti delle sorelle Selassié:

Per me è razzismo e non posso far finta che non lo sia. Il razzismo avviene in tante forme, sminuire l’essere straniero di una persona è anche quello razzismo. Per me la signora è stata razzista. Non mi è piaciuta la sua uscita, ma credo faccia parte di lei. Se Lulù non fosse stata etiope non ci sarebbe stato questo insulto razzista. Il Gf ha deciso di mettere un punto a questa situazione e se le mie sorelle hanno deciso di perdonare va bene. Lulù si è mostrata sempre per la persona buona che è. Ha dimostrato di avere la forza di poter perdonare. Anche Jessica si è presa insulti, ma nonostante ciò non è mai andata ad insultare nessuno. Siamo persone molto buone e propense al perdono.

Clarissa ha inoltre aggiunto:

Da quanto sono uscita vedo con occhi diversi Katia. L’importanza di una persona non dipende dalla carriera che ha, da lei certi comportamenti folli non me li sarei mai aspettati. si sarebbe meritata la squalifica. Ha fatto commenti pesanti, omofobi, un po’ da bulla. Se l’ho perdonata? Se vedo che può cambiare e che le mie sorelle stanno bene sì, altrimenti non la perdonerò mai. Certe frasi sono inaccettabile, non si merita di essere da esempio. Quest’anno hanno cambiato le regole e non ho capito su che livello valutano le cose. Ho fiducia, so che se hanno preso una decisione un motivo ci sta. Però in questo caso avrebbero dovuto prendere delle decisioni più serie.

In radio Clarissa ha poi ammesso che nella Casa i ragazzi tendono a proteggere alcuni Vipponi dalle nomination:

Lì dentro ci sono imperatori e imperatrice che se li tocchi i sudditi fanno una scenata. Addirittura quando abbiamo fatto il nome di Manila ci hanno detto che l’avevamo programmato e che non avevamo motivi validi. Quando vai a nominare certe persone, tipo Katia e Manila, succede il putiferio perché non so per quale criterio non puoi nominarle. Era scontato che se nomina Katia eri un folle, perché lei era innominabile. Non era buon senso ed educato nominarla.

La ragazza ha poi ribadito il suo pensiero su Manila Nazzaro:

Per me Manila è falsa, vuole fare buon viso a cattivo gioco. Avevo dei miei dubbi, poi quando sono uscita ho voluto aspettare perché sono educata. Dopo che sono uscita il Gf ha proposto una cena etiope. Quella sera lei si lamentò dicendo che non era giusto che noi avessimo questa visibilità perché non eravamo vip. Dopo è andata da tutti a ridicolizzare la nostra cultura, commenti che mi hanno lasciato a bocca aperte. Poi andava dalle ragazze a dire che erano state brave. Mia sorella tutt’oggi non sa i commenti che ha fatto su quella cena. Al tavolo in veranda lei ha detto “Loro devono ringraziare che stanno qua dentro perché non sono vip e non hanno nulla da raccontare“. Reputo squallida questa sua uscita. Avrei tanti altri esempi ma non vorrei annoiarti. La reputo un personaggio costruito. La parola finta non la definisce abbastanza. E’ costruita.

La Selassié ha parlato anche del compagno di Manila, Lorenzo Amoruso, che l’ha criticata a mezzo social:

Non è normale che un uomo che ha l’età di mio padre scrive un post, poteva farsi dare il mio numero e scrivere a me perché le conoscenze le abbiamo. Mi ha fatto pena quest’uscita.

Non poteva mancare un pensiero sulla storia d’amore tra sua sorella Lulù e Manuel Bortuzzo:

Manuel mi è sempre piaciuto come ragazzo. Sono molto felice che loro si stanno finalmente lasciando andare. Lulù nel momento in cui la sai prendere è una favola. Era come se prima lui avesse la pulce nell’orecchio da altri concorrenti, poi si è lasciato andare. Penso che lui era sempre innamorato di Lulù anche prima, ma non si voleva lasciare andare. Altra gente che stava accanto a Manuel non aveva le sue stesse intenzioni, facevano far star male due ragazzi innamorati.

Infine Clarissa ha detto la sua sulla relazione tra Alessandro Basciano e Sophie Codegoni:

Alessandro lo stimo come papà, l’unica cosa non mi è piaciuto che abbia portato scompiglio in un’amicizia importante come quella di Sophie e Jessica. Fino ad oggi non ho mai voluto dire nulla. Mi ha fatto ridere che abbia detto che io e lui ci siamo scritti, ma non è vero. A lui Sophie gli piace, ma si diverte pure. Sicuramente è preso. Credo che Jessica non ci sia rimasta male per lui, ma perché lei è una ragazza molto romantica. Magari si è un pochino illusa che questo ragazzo potesse farla sentire donna.

QUI per ascoltare l’intervista completa.

COMMENTI