Gf Vip 6, Soleil Sorge di nuovo nell’occhio del ciclone: questa volta incriminata una frase verso Gianmaria Antinolfi

La pagina ufficiale dell'imprenditore campano chiede un intervento della produzione

Isa Ottobre 30, 2021

Non finiscono mai le polemiche intorno a Soleil Sorge.

Dopo l’accusa di razzismo per la frase rivolta, qualche settimana fa, ad Ainett Stephens e Samy Youssef, e dopo essere stata querelata da Raffaella Fico per il suo ‘bye bit*h‘, questa volta al centro delle critiche c’è una frase che l’ex corteggiatrice di Uomini e Donne ha pronunciato ieri sera parlando di Gianmaria Antinolfi.

Proprio la pagina ufficiale dell’imprenditore campano ha pubblicato il video con la frase incriminata e ha chiesto un intervento da parte del Grande Fratello usando queste parole:

Il gioco non può essere sporcato da queste parole . Dispiace per Gianma. Speriamo che @grandefratellotv prenda provvedimenti a prescindere da tutto e tutti.

Davide Silvestri si è reso conto e ha aggiunto “Non esagerare”

Nel video in questione (che potete vedere cliccando QUI), Soleil, seduta a tavola con Alex Belli, Davide Silvestri e Katia Ricciarelli, parla di Gianmaria e dice:

Si arrampica come le tarantole quello, come gli scarafaggi, gli butti l’acido e non muoiono, si rinforzano

Una frase, certamente infelice, che ha urtato la sensibilità di alcuni telespettatori:

Ha detto che Gian è uno scarafaggio e andrebbe sciolto nell’acido, è inaccettabile una frase del genere con tutte le donne che sono morte in questo modo

Io ho staccato la diretta, mi sta facendo schifo

A tutto deve esserci un limite, bisogna ricordare che è un gioco. Qui non si tratta di attaccare il personaggio che partecipa al reality ma attaccare con parole orribili una persona. Parole così gravi non devono passare inosservate

Questi alcuni dei messaggi indignati di alcuni spettatori, messaggi ripubblicati dalla pagina di Gianmaria.

Se ne parlerà nella puntata di lunedì? Il web intanto rumoreggia e si divide tra chi attacca l’influencer e chi, invece, ne prende le difese.

COMMENTI