L’amica geniale, Gaia Girace e Margherita Mazzucco rivelano perchè la terza è stata loro ultima stagione

La serie in onda su RaiUno ha riscosso un ottimo successo di pubblico

Luana Marzo 1, 2022

Domenica sera sono andati in onda gli ultimi episodi della terza stagione de L’amica geniale – Storia di chi fugge e di chi resta, le cui protagoniste sono Gaia Girace, che nella serie è Lila, e Margherita Mazzucco, che è invece Elena.

Margherita e Gaia interpretano due donne completamente diverse, infatti Elena è una scrittrice sposata con un professore universitario, mentre Lila lavora in un salumificio con il solo scopo di mantenere il figlio. La terza stagione de L’amica geniale per loro è stata l’ultima e a spiegarne i motivi sono state loro stesse nel corso di una video intervista rilasciata a Vanity Fair.

La prima a prendere la parola è stata Gaia, che ha parlato in primis del suo personaggio:

Sono più distanti perché ognuna intraprende un proprio percorso. Elena riesce a fuggire dal rione, Lila no, la troviamo infatti molto stanca, fa quasi tenerezza. Lavora in fabbrica, fa tanti sacrifici e sottostà agli abusi del padrone Bruno. Si trova costretta a certe dinamiche per regalare un futuro al figlio. […] Lila mi ha insegnato che cosa significa avere coraggio, credere in sé stessi e perseguire gli obiettivi senza dar conto dei giudizi degli altri

E Margherita ha aggiunto:

È stata la stagione più difficile, perché è molto più dinamica, partiamo da Milano per arrivare a Napoli e a Firenze dove Lenù vive col marito e le figlie. Elena diventa madre, ma per questo non rinuncerà alla propria individualità. […] Elena mi ha fatto capire quanto sia importante l’istruzione per essere emancipati e avere un pensiero critico.

Mentre per quanto riguarda il cambiamento che le ha coinvolte dopo il successo della fiction, la Girace ha affermato:

È un mondo molto complicato che ti espone, il segreto è non farsi coinvolgere troppo altrimenti è finita. Sono sempre la stessa, sono ancora, nonostante sia passato del tempo, insicura e umile, però percepisco che il mondo esterno mi vede con occhi diversi. Questa conseguenza del mestiere non mi fa sentire pienamente libera di essere me stessa. È difficile stringere delle vere amicizie perché non sai se la gente si avvicina perché sei Gaia o perché sei Gaia che recita ne L’amica geniale.

E infine, alla domanda sul perché la terza è stata la loro ultima stagione, Gaia e Margherita hanno prontamente risposto:

I personaggi crescono troppo nel quarto libro della Ferrante. È giusto che sia così.

COMMENTI