‘Miss Italia 2017’, Francesco Facchinetti confermato alla conduzione. Ecco tutte le novità sul celebre concorso di bellezza

Veronica 24 Luglio, 2017

Francesco Facchinetti

La grande macchina organizzativa di Miss Italia è già al lavoro per la prossima edizione: le selezioni per scegliere le aspiranti reginette di bellezza, infatti, sono già in corso in attesa della finalissima del 9 settembre a Jesolo.

L’anno scorso con Francesco Facchinetti alla conduzione, l’evento è risultato il più visto dai giovani degli ultimi 15 anni, nonché la più seguita sui social. Per il secondo anno consecutivo, quindi, a condurre su La7 la serata finale del concorso, giunto ormai alla sua 78esima edizione, è stato riconfermato proprio il 37enne, come ha annunciato lui stesso poche ore fa:

Prima della serata dell’incoronazione, Miss Italia ha in programma quattro appuntamenti su La7: il 3 settembre in prima serata, verranno mostrati i colloqui sostenuti dalle ragazze con gli autori del programma; il 6, 7 e l’8 settembre, invece, nel format Miss Italia Chef,  potremmo ammirare le candidate al titolo di più bella d’Italia cimentarsi ai fornelli e raccontare del loro rapporto con il cibo e le diete.

Intanto, nei giorni scorsi a Roma si è tenuto il primo casting per le ragazze curvy: 15 sono state promosse direttamente alle finali di Jesolo, mentre le altre 10 selezionate, saranno sottoposte al voto del web dal 31 luglio al 21 agosto e solo quattro accederanno alla finalissima per un totale di 19 aspiranti reginette.

Tra le novità di quest’anno ci sarà la “democrazia delle taglie”: le 19 ragazze curvy, infatti, nella finalissima parteciperanno alla pari con le altre ragazze. Come ha spiegato la patron Patrizia Mirigliani:

Non è una novità da poco, ci siamo arrivati gradualmente: oggi si può dire ‘sì’ alla fascia curvy, che incoraggia tante ‘forme morbide’, che altrimenti, forse, sarebbero rimaste a casa, e ‘no’ a sfilate in passerella che discriminano le ragazze italiane. Ha scritto una ragazza in una lettera al quotidiano La Stampa: “Mi auguro con tutta me stessa che le ragazze come me, più morbide, possano essere accettate. Fino ad allora chiamatemi pure curvy, se vi pare“. La linea di cui la miss si fa portavoce è quella giusta. Proprio per questo ho deciso di lanciare la fascia ‘Very normal size‘, che dice tutto.

Già negli ultimi due anni abbiamo assistito ad una vera rivoluzione in questo senso: con il terzo posto conquistato nel 2015 dalla curvy Vincenza Botti, e dal secondo posto dell’anno scorso di Paola Torrente che, nonostante fosse data per favorita, ha visto salire sul podio più alto la toscana Rachele Risaliti eletta Miss Italia 2016.

COMMENTI