Partita del Cuore, Aurora Leone dei The Jackal cacciata dalla cena: “Sei donna, non puoi stare seduta qui”

Alla vigilia della Partita del Cuore, l’attrice dei The Jackal ha raccontato il grave episodio che l’ha vista protagonista

Linda Maggio 25, 2021

Aurora

Aurora Leone, giovane attrice e autrice dei The Jackal, ha fatto una denuncia importante nei confronti dell’organizzatore della Partita Del Cuore, l’evento benefico che si svolge annualmente e che impegna diversi personaggi del mondo dello spettacolo.

Per il primo anno, la partita tra Nazionale Italiana Cantanti e Campioni per aiutare la Ricerca verrà trasmessa sulle reti Mediaset, nella serata di stasera, martedì 25 maggio. Ma alla vigilia di un evento tanto importante e significativo, qualcosa è andato storto: la giovane attrice, convocata per giocare la partita di calcio, sarebbe stata allontanata dal tavolo dei partecipanti “in quanto donna”.

L’atteggiamento del direttore sarebbe stato intransigente nei confronti della presenza femminile, a detta di Aurora e Ciro. I due inizialmente non avevano colto la vera natura del problema anzi avevano pensato che potesse trattarsi di una questione di appartenenza alla squadra avversaria. Questa ipotesi però sarebbe stata smentita dal diretto interessato, che avrebbe ribadito il vero motivo: “Le donne non giocano a calcio“.

Aurora ha deciso di denunciare lo spiacevole accaduto nel dettaglio attraverso le sue Instagram Stories, affiancata da Priello a conferma della versione. Né lei, né tantomeno Ciro prenderanno più parte all’evento con grande rammarico. Nonostante questo, la ragazza ha tenuto a sottolineare e a ricordare a tutti i suoi follower l’importanza della donazione per aiutare la ricerca, che rimane lo scopo principale:

Vi spiego cosa è successo stasera alla cena prima della Partita Del Cuore. Io e Ciro ci siamo seduti con la Nazionale Cantanti e una volta seduti, l’organizzatore è venuto vicino a noi dicendo che io non potevo stare seduta lì. Noi abbiamo pensato ce lo stesse dicendo perché eravamo della squadra avversaria della Nazionale Cantanti. Quando facciamo per alzarci l’organizzatore dice a Ciro che può restare e che solo io dovevo andarmene dal tavolo dei giocatori. Ho chiesto spiegazioni e lui mi ha detto ‘sei una donna, non puoi stare seduta qui, queste sono le nostre regole’. Gli ho risposto che non ero l’accompagnatrice di Ciro e che ero stata convocata così come lui. Il signore mi ha detto ‘non farmi spiegare perché non puoi stare seduta qui, tu non puoi e basta, alzati’.

Quindi io e Ciro ci siamo seduti ad un altro tavolo e dopo ci ha chiamato in disparte il direttore generale della Nazionale Cantanti. In questo caso lui ci ha detto ‘c’è stato un problema, non potevate stare lì perché siete della squadra avversaria’. Gli abbiamo spiegato che i termini non erano quelli e che mi avevano fatto alzare in quanto donna, non per altre spiegazioni. In quel momento lui mi ha detto ‘vabbè tu mica giochi, sei un’accompagnatrice’. E quando gli ho detto che avevo ricevuto la convocazione e avevo dato anche le misure del completino, lui ha risposto: ‘Ma tu il completino te le puoi mettere pure in tribuna, che c’entra. Le donne non giocano. Queste sono le nostre regole e se non le volete rispettare dovete uscire da qua’.

Abbiamo dovuto lasciare l’albergo per questo motivo. A quel punto chiaramente i cantanti che erano con noi tra cui Eros Ramazzotti ci hanno chiesto scusa per l’accaduto. La mia presenza lì era al pari di quella di Ciro. Adesso ufficializzo che io e Ciro non parteciperemo alla Partita Del Cuore. Continuiamo a sostenere lo scopo del progetto, perché donare per la ricerca è bello.

In molti, dopo aver preso atto di quanto successo, si aspettavano delle scuse da parte dell’organizzatore dell’evento benefico. Ma è arrivata solo una replica ben decisa alla versione di Aurora dalla Nazionale Cantanti con un comunicato, poi prontamente rimosso dal web:

Alessandra Amoroso, Madame, Jessica Notaro, Gianna Nannini, Loredana Bertè, Rita Levi di Montalcini, sono solo alcuni dei nomi delle tantissime donne che dal 1985 (anno in cui abbiamo giocato a San Siro, per la prima volta, contro una compagine femminile), hanno partecipato e sostenuto i nostri progetti. Il nostro staff è quasi interamente composto da donne, come quest’anno sono donne le conduttrici e la terna arbitrale della Partita Del Cuore. La Nazionale Italiana Cantanti, non ha mai fatto discriminazioni di sesso, fama, genere musicale, colore della pelle, tipo di successo e followers. C’è solo una cosa nella quale la Nazionale Cantanti non è mai scesa a compromessi: noi non possiamo accettare ARROGANZA, MINACCE, MALEDUCAZIONE E VIOLENZA VERBALE DAI NOSTRI OSPITI.

Nel frattempo, molti personaggi del mondo dello spettacolo si sono indignati per l’accaduto riportato dalla giovane influencer. Tra i tanti, anche Fedez. Il marito di Chiara Ferragni ha espresso solidarietà nei confronti di Aurora, attraverso delle parole condivise sui suoi profili social:

E voi che ne pensate dello spiacevole accaduto raccontato da Aurora dei The Jackal?

COMMENTI