Uomini e Donne, Alessandro Vicinanza parla per la prima volta della patologia di cui soffre e che ha scoperto all’età di 16 anni

Il cavaliere parla del lungo periodo trascorso in ospedale

Luana Ottobre 7, 2022

Il 39enne Alessandro Vicinanza è uno dei protagonisti del Trono Over di Uomini e Donne, il programma di Maria De Filippi che gli ha permesso di farsi conoscere dal pubblico a casa, oltre che di frequentare alcune dame del parterre, ovvero Ida Platano e Roberta Di Padua.

Nonostante Alessandro sia una persona che esprime spesso il suo pensiero in trasmissione ci sono delle cose di cui non ha mai parlato prima, e a distanza di un pò di tempo ha deciso di raccontarle attraverso le pagine di Uomini e Donne Magazine.

Nello specifico Vicinanza ha confidato di avere una malattia rara che colpisce il sangue che si chiama trombocitopenica autoimmune, ovvero una patologia cronica che rende difficoltosa la coagulazione del sangue.

La scoperta della malattia risale a quando il cavaliere aveva 16 anni e si trovava al mare insieme ai suoi cugini. I primi sintomi di cui si accorse furono i lividi alle gambe e ai polsi e da lì partirono tutta una serie di analisi cliniche che lo portarono alla diagnosi attuale.

Alessandro ha inoltre raccontato che dopo le cure iniziali, la patologia si è indebolita per un pò, salvo poi ripresentarsi circa cinque anni fa in un modo un po più difficile da gestire, tant’è che ha trascorso otto mesi in ospedale per curarsi. Anche in questo caso la malattia gli si è ripresentata in estate, in un momento molto particolare della sua vita, e con i medesimi sintomi: i lividi sulle gambe.

Infine Vicinanza ha spiegato che a seguito di questa esperienza ha capito molto, ovvero che l’amore è molto importante e certe delusioni fanno male, ma che la vita viene prima di ogni cosa, e questo lo ha fatto diventare indubbiamente più forte.

COMMENTI