‘Uomini e Donne’, Costantino Vitagliano racconta dell’amore per la figlia Ayla. E a proposito delle conquiste del passato…

Melissa 12 Dicembre, 2019

Costantino Vitagliano

Costantino Vitagliano è stato per anni il tronista per eccellenza, l’uomo più ambito per milioni di donne, una delle star italiane più ricercate dei primi anni Duemila.

La storia d’amore con la sua scelta, Alessandra Pierelli, ha fatto sognare il pubblico italiano che seguiva con attenzione e affetto i loro tira e molla tra Uomini e Donne, riviste, gossip e i loro interventi a Buona Domenica.

Da allora sono passati circa sedici anni e Costantino, tra gli alti e i bassi della sua carriera televisiva, ha dovuto affrontare anche diverse sfide nella sua vita privata: una su tutte la scomparsa della cara mamma come ha raccontato alle pagine del magazine di Uomini e Donne

Mi sono ripreso da un periodo molto buio. Ho ricevuto delle delusioni, ho perso persone molto importanti della mia vita. È stata dura, ma mi sto riprendendo, grazie all’amore di mia figlia. Ho trascorso un periodo d’oro e poi, come avviene spesso nella vita, è seguito un momento doloroso. Perdere mia mamma mi ha portato a rendermi conto che la vita è fatta di up&down. A volte tocchi il cielo, altre sei sottoterra. […] Il lutto si supera credo, spero, con il tempo. Il tempo non è necessariamente una medicina, ma ti porta a fare, muoverti, scoprire. Mi è sempre piaciuto vivere, guardare le cose, conoscere il mondo. Per questo ho svolto un percorso lavorativo particolare: da quando avevo sedici anni faccio esperienze, scopro la realtà.

Un dolore fortissimo alleggerito in parte da Ayla, la bambina data dalla sua relazione (oggi finita) con Elisa Mariani:

Con mia figlia ho scoperto tante cose. Ci sono cosa che immagini ma poi, quando le vivi nella realtà, scopri che sono diverse, impossibili da pensare. Ayla è la parte più bella della mia vita ed è coincisa con un brutto momento. Quando è nata lei, a mia mamma hanno scoperto la malattia. Ora ho Ayla: ci vivo, la coccolo, la porto in giro. Faccio con lei quello che non è mai stato fatto con me. Io appartengo a una generazione i cui genitori erano “altro”. Crescevamo tutt’altro che viziati, per quanto i miei non abbiano mai fatto mancare niente.

Il successo di Costantino è scoppiato nel 2003 quando, dopo il celebre “no” da corteggiatore alla tronista dell’epoca Lucia Pavan, si sedette sulla poltrona rossa diventando l’uomo più corteggiato e desiderato d’Italia:

È stata una cosa enorme che mi ha travolto. Lei mi vedeva in TV, io mi vedevo da tutt’altra parte ed era una prospettiva completamente diversa! Avevo problemi a muovermi, pensavo: “Adesso come scendo dalla macchina?“. Ero circondato, sommerso da persone, da donne che tentavano di togliermi i vestiti e a volte non erano molto delicate: uscivo dalla macchina, dal treno, quasi nudo! Ho sempre lavorato con la mia immagine, facevo il modello, ma quello che è successo per me era inaspettato, inspiegabile. Hanno fatto anche le mie figurine (ride, ndr)! E io dicevo: “Ma chi se le compra le mie figurine?“. Eppure hanno avuto un successo enorme. Io dal 2003 al 2015 non potevo uscire di casa. Tutto qui. C’è stato un periodo in cui non avevo un sera da passare sul divano a vedere un film. Ero sempre fuori, sempre in giro!

Anche a distanza di così tanti anni l’ex tronista ha svelato di non sapere qual è stato il segreto del suo successo…

Non glielo so dire. Non lo so. Maria mi guardava dalle scale, sorrideva, e io… io ero me stesso! Ero spontaneo. Oggi sono cambiato, per Ayla, la proteggo, difendo la mia privacy. Ma sono la stessa persona di sempre.

Un enorme successo dovuto soprattutto al fascino che ha sempre esercitato sulle donne che incrociava sul suo cammino e che capitolavano ai suoi piedi:

Ovunque! Negli spostamenti: in aereo, nelle monovolume. Mi trovavo donne dappertutto ed erano donne bellissime! È difficile da spiegare, da raccontare. Non organizzavo nulla io, succedeva perché me le trovavo davanti. È tutta pura verità. Chi sarebbe stato quel pazzo capace di rifiutarle?

Costantino ha poi ricordato la sua famiglia e ha confessato di non avere occhi che per Ayla:

Una famiglia normale. Sono nato e cresciuto a Milano, l’unico della mia famiglia! I miei venivano da un piccolo paesino. Mi hanno educato in modo cristiano, tradizionale. Pranzo e cena insieme, mio padre parlava pochissimo, mia madre gestiva tutto, dai soldi a tutto il resto. Non sono cresciuto viziato, non avevo niente di superfluo. Cosa che non riesco a fare con Ayla, mi piace viziarla. Con le donne della mia vita sono sempre stato io la parte più forte della coppia. Adesso, con Ayla, non posso resistere: sono neutralizzato da lei. Faccio di tutto per vederla felice. Non riesco a non farlo.

L’ex tronista si è infatti definito single e follemente innamorato solo della sua bambina…

Sì, di mia figlia. […] Come la trovo una fidanzata? È impossibile! Non mi fido di nessuna. […] Come faccio? Dopo quello che hanno fatto con me! Oggi è pieno di “Costantino” al mondo.

È inevitabile paragonare il successo riscontrato da Costantino nei primi anni Duemila e quello raggiunto oggi dai suoi colleghi più giovani…

Non è questione di mezzo. Prima c’erano le riviste, poi la televisione, poi i social. Bisogna avere una forte personalità, impatto. L’altra sera ero a Milano Marittima, c’era questo ragazzino che mi hanno presentato come “il nuovo Costantino”: aveva la camicia sbottonata, era tutto convinto! Avrà avuto quindici, sedici anni. Mi fa piacere che si ispirino a me. La più grande accusa era non saper fare niente ma essere bello… ovunque andassi, gli ascolti volavano. I momenti con Maria e Maurizio sono stati i più belli, i più alti della mia vita.

I risultati conquistati da Costantino, infatti, oggi sembrano essere paragonabili solo a quelli di Giulia De Lellis

È una ragazza normalissima, ma sa usare bene il mezzo. Mi arriva alla spalla (ride. Costantino è alto un metro e ottantanove, ndr).

Sulle fantasie che aveva durante la sua carriera da modello, invece, l’uomo ha le idee chiare: “Avevo un debole per Cindy Crawford. E ce l’ho ancora: Cindy è il top“. A proposito della controversa amicizia con il noto manager Lele Mora, Costantino ha detto di averlo rivisto recentemente nonostante alcune divergenze passate:

Sì, l’ho anche visto. Avevamo discusso, litigato, ma io gli voglio bene. Ne hanno dette tante su di noi, ma cosa dovrei smentire? Io so chi sono io e chi è lui. Anche da malato, Lele è rimasto lo stesso. È iperattivo, esce, esce più di me! Gli ho detto: “Non credi sia il caso di riposarti un po’?“. Ma lui è lui, è la sua anima. Se smette di vivere così, si spegne. Non ce la fa fa, è più forte di lui. Abbiamo questa serata: era l’una, io sono tornato a casa e lui è rimasto lì! Ho tanto rispetto per lui, lo vedo come una sorta di padre.

Circa l’ipotesi di entrare a far parte del parterre maschile del Trono Over di Uomini e Donne, invece, Vitagliano è sembrato poco interessato pur ammettendo di seguire le avventure di Gemma Galgani&Co: “No, quello che sono stato, quello che è successo è impossibile da ripetere. […] Seguo soprattutto il Trono Over. E poi adoro Tina e Gianni, mi fanno morire. Ho un bel ricordo anche di loro. Gianni era stato una spalla durante il mio trono“. A chi si è chiesto se avesse risentito Lucia o Alessandra, l’ex tronista ha risposto piuttosto brevemente: “No, no, non le ho sentite“.

Il “no ” di Costantino alla Pavan , preceduto da un passionale bacio tra i due, è ormai diventato parte dei momenti più iconici di Uomini e Donne

Ma lei lo sapeva che le avrei detto di no! Secondo me voleva scegliere Raffaello, che si è ritirato. Io a lei lo avevo detto che non mi piaceva, in tutti i modi! E quindi ci stava anche il bacio…

Costantino, dopo l’esperienza nella Casa più spiata d’Italia durante la prima edizione del Grande Fratello Vip, ha dichiarato di non essere un grande appassionato di reality show:

No, no. L’Isola non ho mai voluto farla, non è il mio reality. Io comunque non sono uno da reality. Chiudermi in un posto, con delle persone di cui non mi interessa non è il mio modo di vivere. Io sono abituato a stare in giro. Forse sarebbe divertente andare con una delle mie fidanzate a Temptation Island.

E voi che cosa ne pensate delle parole di Costantino? Vi piaceva?

COMMENTI