‘Vieni da me’, Ascanio Pacelli si commuove parlando di sua moglie Katia Pedrotti e dei loro figli (Video)

Stefania Settembre 25, 2019

Ascanio Pacelli e Katia Pedrotti compongono la coppia per eccellenza del Grande Fratello! Nelle svariate edizioni del reality show di Canale 5 è capitato ripetutamente che nascessero delle affinità speciali tra i concorrenti, che si sono poi evolute al di fuori del contesto televisivo, ma non tutti sono stati fortunati come loro, che stanno insieme da ormai ben 15 anni.

Era la quarta edizione, la conduzione era affidata a Barbara D’Urso e, seppur a trionfare nel gioco è stata la genovese Serena Garitta – oggi una delle opinioniste più apprezzate dei talk della presentatrice partenopea -, i due ex gieffini ha vinto qualcosa di molto più concreto. All’inizio l’interesse era palese solo nel 45enne romano, che si è rimboccato le maniche per conquistare la donna, di cui è riuscito ad abbattere tutte le titubanze. Se n’è fregato di tutti gli epiteti anche poco carini che gli sono stati affibbiati – il più noto è stato “zerbino” – e ha creduto nella sua storia d’amore.

Di lì è stato tutto un crescendo: prima le nozze, ad un anno dalla fine della loro esperienza televisiva, celebrato a Bracciano in diretta televisiva, e poi la nascita dei loro due figli, Matilda e Tancredi, nati rispettivamente nel 2007 e nel 2013.

Da qualche tempo, assente dal piccolo schermo, il Pacelli ha accettato di essere intervistato da Caterina Balivo nel suo programma Vieni da me, in cui si è raccontato a cuore aperto sul grande amore per sua moglie e per i loro bambini.

E’ troppo facile mollare. Non esiste la famiglia del Mulino Bianco. La normalità e la semplicità con cui viviamo il rapporto è il nostro segreto. Ho avuto momenti di riflessione quando è nata Matilda. I figli ti aiutano tanto, ti danno tanto da morire. La condivisione ti appaga, trasferisci qualcosa a loro. Tancredi è il marito di Katia. Quando io e Katia ci baciamo lui dice: ‘Che schifo’. Poi va da Katia e prova a baciarla in bocca. Matilda ha dodici anni, è più alta di Katia. Ha già il fidanzatino. E’ una minidonna. Cerchiamo di moderarle l’uso dei social nei giusti momenti. Mia moglie è veramente brava, lavora tanto con i social. E mia figlia tenta di emulare la mamma. Katia è una scoperta continua, nel bene fa sempre qualcosa che ti stupisce.

Non riesce a nascondere la commozione parlando dei suoi figli:

Sono pazzo di loro, quando diventi padre sparisci, quando è nato Tancredi, poi è stato l’esatto opposto, una mamma si tranquillizza, gestisce determinate situazioni, i figli ti aiutano tanto, poi sai a me quelli che mi dicono io non faccio figli perché chissà quale privazione posso avere, i figli ti danno da morire non ti tolgono niente, la condivisione con loro è quello che poi ti appaga, poi tu trasferisci qualcosa a loro per sempre.

C’è spazio anche per la sua carriera, che in questi anni ha spaziato in più ambiti. E’ passato dalla sua passione per il golf, che gli ha permesso di praticarlo anche a livello professionale, alla recitazione con dei piccoli ruoli sia in televisione che a teatro, fino alla conduzione. In particolare, ricorda con piacere l’esperienza da inviato de Il treno dei desideri, trasmissione di successo di Rai Uno del 2006 con Antonella Clerici, alla quale dedica parole di grande stima.

Antonella mi ha fatto il più bel regalo. Mi ha dato la possibilità di fare questo mestiere. L’ho vissuta con spensieratezza. Mi ha fatto godere. Non ho solo lavorato con professionisti come lei. Ma ho avuto a che fare con persone comuni a cui realizzavamo un sogno.

QUI potete rivedere la sua intervista.

E voi cosa ne pensate? Vi piacciono Ascanio e la sua famiglia?

COMMENTI