‘Non è l’Arena’, tutta la verità di Asia Argento sul caso Bennet. E a proposito di X Factor: “Voglio tornare e riappropriarmi del mio lavoro!”

Di Giulia - 1 ottobre 2018 13:10:42


Asia Argento

Asia Argento è sicuramente uno dei personaggi più controversi ed enigmatici della tv e del cinema italiano.

Lo scorso anno il suo nome è rimbalzato su tutti i tabloid internazionali per essere stata una delle prime attrici a denunciare pubblicamente il produttore americano Harvey Weinstein per molestie sessuali, e diventando una delle esponenti principali del movimento Me Too, contro le molestie e le violenze sulle donne.

Ma un anno dopo la situazione per Asia si è decisamente ribaltata e da accusatrice si è trovata accusata a sua volta, dello stesso terribile reato di molestie sessuali, nei confronti di un giovane attore, Jimmy Bennet, ancora minorenne al momento del presunto stupro.

Queste pesantissime accuse sono costate care all’attrice che si è vista costretta ad abbandonare il suo ruolo di giudice al talent show di Sky, X Factor, a solo poche settimane dal suo debutto (QUI e QUI gli articoli dove ve ne abbiamo parlato). Una tempesta che si è abbattuta su Asia in un momento delicatissimo della sua vita, dal momento che solo poche settimane prima ha dovuto affrontare la tragica perdita del compagno, morto suicida a 61 anni (QUI il post).

Per la prima volta attraverso un’emittente italiana, Asia ha parlato degli avvenimenti che l’hanno avuta come protagonista durante quest’ultimo, movimentatissimo, anno e ha raccontato la sua verità sul caso Bennet, a Non è l’arena in un’intervista con Massimo Giletti.

Asia si è sempre dichiarata innocente e ha, anzi, raccontato che sarebbe stato Jimmy a saltarle addosso durante quello che sarebbe dovuto essere un incontro lavorativo:

Mi chiese di studiare un copione come ai vecchi tempi ma lui arriva e non l’aveva neanche portato. Non sapevo che fosse minorenne, pensavo che avesse diciott’anni perché tra l’altro me lo aveva anche detto. Non è vero ci fosse un accompagnatore, è salito da solo e aveva anche sbagliato ascensore, lo vedo ed è entrato un uomo, ecco perché gli ho preso il viso, sì quello è vero, perché aveva la barba, non lo riconoscevo… Quando io gli dissi: “Va bene dai Jimmy, possiamo fare un film insieme“, e lui lì si illuminò e in quel momento ci abbracciamo. Questo abbraccio, lui con gli ormoni evidentemente da giovane impazziti… Un abbraccio lungo, forte, cioè normale di una mamma con un bambino, di una persona grande con un ragazzo, e in quel momento lui ha iniziato a baciarmi e a toccarmi in una maniera che non era quella del bambino con la mamma, era quella di un ragazzo con gli ormoni impazziti che aveva una pulsione sessuale nei miei confronti. E sentire questa cosa, venire da lui, che per me è stato sempre come un figlio mi ha congelato, non me l’aspettavo… Mi è saltato letteralmente addosso, mi ha spogliata, mi ha messa neanche con la testa sul cuscino ma di traverso sul letto, mi è salito sopra ha fatto quello che doveva fare, cioè sesso completo, non ha usato neanche un preservativo, ha avuto un orgasmo. Io ero fredda, immobile… Finita questa cosa, che sarà durata 2 minuti, questo si è messo accanto a me e io gli ho detto: “Ma che cosa hai fatto? Io non ho mai pensato a te in questi termini, da dove ti viene questa cosa?“, e lui mi ha detto: “Io pensavo a te in questi termini, sei il mio desiderio sessuale da quando avevo 12 anni“, e si è fatto questo selfie…

Non è l'arena - Asia Argento
Clicca sull’immagine per vedere il video

Asia ha spiegato inoltre che nel vedere Jimmy, ospite sempre da Giletti la settimana prima, ha provato non solo rabbia ma anche, e soprattutto, tanta pena per quegli occhi vuoti e privi di qualsiasi emozione, così diversi dagli occhi luccicanti e pieni di curiosità che tanto la avevano colpita anni fa quando nel 2004 scelse proprio il piccolo Bennet per un ruolo difficilissimo nel film ”Ingannevole è il cuore più di ogni cosa”. Ciò che le ha causato più dolore di tutta la vicenda, tuttavia, è stata l’accusa di pedofilia e la paura che i suoi figli potessero subire atti di bullismo a causa delle pesanti accuse nei suoi confronti:

Uno stigma, non so nemmeno come riesco a stare in piedi. Non sono sola, ho i miei figli che hanno sofferto tantissimo. Per evitare il bullismo, prima che l’opinione pubblica iniziasse a cambiare idea su di me grazie a X Factor, ho mandato mio figlio a vivere negli Stati Uniti con il padre.

Proprio in chiusura di trasmissione, un’Asia Argento, profondamente commossa ha confessato che quello che in questo duro momento potrebbe ridarle un po’ di serenità sarebbe tornare a svolgere il suo ruolo ad X Factor, riprendendo da dove aveva lasciato:

Voglio tornare a X Factor e riappropriarmi della mia vita e del mio lavoro. I miei figli sono fieri di me e l’Italia mi vuole: non ho fatto nulla di quello di cui sono stata accusata.

Voi cosa ne pensate di Asia e della triste vicenda che l’ha vista, suo malgrado, protagonista? Vi piacerebbe rivederla come giudice nel talent o ritenete sia stato giusto il suo abbandono?