‘Uomini e Donne’, Andrea Damante per la prima volta si esprime sul libro di Giulia De Lellis!

Di Martina - 6 settembre 2019 17:09:28

Ancora non è uscito ma sta già facendo parecchio discutere Le corna stanno bene su tutto. Ma io stavo meglio senza, il primo libro, in uscita il 17 settembre, di Giulia De Lellis.

L’ex corteggiatrice di Uomini e Donne negli scorsi giorni ha diffuso in rete qualche piccola anticipazione (che trovate QUI) sfogliando con i suoi numerosi fan le prime pagine di questo nuovo progetto che i più curiosi non vedono l’ora di leggere, anche perché – come è ormai noto – il libro parla proprio del difficile momento vissuto da Giulia quando ha scoperto il tradimento del suo ex fidanzato Andrea Damante.

La storia dei Damellis ha appassionato gli spettatori del dating show, e il fatto che la De Lellis abbia deciso con l’aiuto della scrittrice Stella Pulpo di mettere nero su bianco tutto il dolore che ha vissuto dopo la separazione dall’ex tronista ha scatenato reazioni contrastanti.

Primo su tutti a non aver preso bene questa scelta – nonostante Giulia qualche giorno fa abbia detto di averlo informato per primo (QUI le sue parole) – è stato proprio Andrea, che in un’intervista rilasciata al settimanale Gente (e riportata da numerosi portali di gossip tra cui BitchyF e GossipeTv) per la prima volta ha detto la sua su quel libro che lo riguarda così da vicino:

Ho fatto degli errori, e non ho mai negato quel tradimento, ma ciò che più mi dispiace è che Giulia abbia buttato via la nostra storia così, con un libro che tra l’altro non avrà scritto lei. Parlando della nostra intimità e raccontando f…..ie tipo la storia della dieta. Cose pazzesche, non vere. Certe rivelazioni sono una cosa talmente trash, fatta solo per guadagnare un po’ di soldi che proprio non mi appartiene.

Il deejay veronese ha poi concluso dicendo di non voler parlare troppo di questa storia, e di voler andare avanti per la sua strada fatta di musica e tanti nuovi progetti:

Sono davvero dispiaciuto, ma preferisco non commentare. Meglio lasciar parlare il mio lavoro, la mia musica e il mio primo disco, in uscita per l’anno prossimo.

Cosa ne pensate delle sue parole?