Adriana Volpe parla del battibecco avuto con Sonia Bruganelli durante la pubblicità nell’ultima puntata del Gf Vip 6

L’opinionista rivela la sua anche sul rapporto tra Alex Belli e Soleil Sorge: “Qualcosa di vero c’è, ma a senso unico”

Linda Dicembre 1, 2021

Adriana Volpe, attuale opinionista del Grande Fratello Vip, ha commentato gli ultimi avvenimenti della Casa di Cinecittà, ai microfoni di CasaChi, il format condotto da Rosalinda Cannavò.

La conduttrice Rai ha esordito subito con una stoccata ad Alex Belli, protagonista indiscusso, insieme a Soleil Sorge, di questa sesta edizione:

Sembra che abbia preso di punta Alex. Ma il mio ruolo consiste nell’evidenziare le note stonate. Con Alex ci sono cose che non tornano e che non sembrano vere. Ci sono aspetti che possono sembrare in un modo in una prima lettura, ma se scavi ci sono incongruenze. Cose che sembrano scritte, come la storia con Delia. Scritta e mal recitata. Questa figura della moglie gelosa, quando moglie non è. All’inizio in punta di piedi dopo no, ho voluto far capire che moglie non è.

Delia è una compagna, ama Alex, ma moglie non è. Sono persone legate ancora con i loro ex, entrambi risultano non divorziati. Non possono celebrare nessun matrimonio religioso. A tre mesi dall’ingresso al Gf, hanno fatto la festa. Guarda caso in quel periodo si sa, si delineano i contratti. Costruiamo quindi il personaggio ad hoc e ora infatti colpo di scena con Soleil. Avete visto la dichiarazione d’amore? Dai.

La Volpe ha provato a mettersi nei panni della moglie di BelliDelia Duran – e poi in quelli della gieffina italoamericana, svelando cosa avrebbe fatto al posto loro:

Delia l’abbiamo vista in due versioni completamente diverse. Prima nel confronto con Soleil… io prenderei un suv e butterei giù la porta rossa. Una donna gelosa entra se lo acchiappa e se lo porta via. Una donna normale, gelosa, che vuole difendere il proprio territorio. Nei panni di Soleil? Per me lei è l’unica autentica in questa sceneggiata perché comunque si è avvicinata in punta di piedi e c’è un feeling. Com’era? La chimica artistica. Qualcosa di vero c’è ma solo a senso unico. Probabilmente è sensibile al fascino di Belli. Ma soprattutto si divertono a creare dinamiche.

Adriana stessa era stata protagonista di un presunto flirt, nell’edizione del Grande Fratello Vip 3, insieme al bel modello Andrea Denver. L’opinionista però ha voluto sottolineare le differenze notevoli che ci sono tra le due cose:

Noi anche dovevamo fare scenette e balletti, calendari ecc, quando ero concorrente. Ma tu avresti preferito fare un servizio in costume con Andrea Denver o con Aristide Malnati? Le foto poi le scattava Antonio Zequila, già quello era un grandissimo deterrente. Assistente invece Fernanda Lessa, giustamente da top model sapeva come ottenere il giusto risultato. Per avere Zequila avanti dovevo avere a fianco qualcosa di fenomenale. Ci siamo divertiti tantissimo. Non ti nasconde che c’è stata una grandissima empatia tra noi. È stato un gentlemen. Sentirsi dire “se non fossi sposata saresti la mia donna ideale” ti lusinga. Col se non ci fai niente.

Tornando a gamba tesa sul discorso Alex Belli e tirando in ballo la frase pronunciata dall’attore di CentoVetrine, questa mattina:

Alex secondo me è un grande narcisista. Lo vedete quando proiettano le sue videoclip? Ha piacere nel guardarsi. Se tu fai qualcosa è ovvio che poi si parla di te. Lui lo fa per narcisismo non perché si è preso per Soleil. Mentre lei la vedo autentica e penso che si sia presa una bella botta. Non stai recitando in una fiction. Al Grande Fratello sei te stesso. O meglio, dovresti essere te stesso. Le tue azioni vengono giudicate, non penso che tu possa giustificarti col fatto che hai lasciato i conti in banca pieni. Lo trovo gravissimo. Andrebbe evidenziato. Va criticato in maniera netta. Va asfaltato dai.

Adriana ha fatto chiarezza anche sul rapporto attuale con Sonia Bruganelli, sua compagna di poltrona con il quale già all’inizio non sembrava esserci tanto feeling:

Io stimo quello che lei rappresenta e le battaglie che ha dovuto sostenere. Quello che lei è diventata è frutto di sacrifici e ferite. Ha sicuramente un bagaglio culturale importante, è laureata. Ha tutte le caratteristiche per essere li. Anche per osmosi, visto che lavora da venti anni con Bonolis, respira quest’aria e ne fa parte. Conosce perfettamente i meccanismi. Certo è che abbiamo molte volte due visioni molto distanti e critico certe zampate che dà. Sembra insensibile a molte dinamiche. A volte confonde la gentilezza con la falsità. Faccio l’esempio di Miriana. Non è vittima, significa essere una donna educata che di fronte a Katia e Soleil si è messa in disparte anche piangendo e cercando una soluzione.

Sí, c’è stata la pubblicità, abbiamo continuato a parlare. Lei mi ha accusato di essere la paladina del vittimismo e delle donne piagnucolone. Di usare il politicamente corretto e di fare il buonismo. A quel punto le ho detto sei un’insensibile, come fai a infierire sullo stato psicofisico di una donna che ha subito un trauma importante, per me dietro c’è una cattiveria immane. Lo sapeva anche Soleil che Miriana aveva avuto un problema. È che Soleil usa le parole per ferire. Qualche scivolone lo ha fatto eccome. Dico anche per fortuna che c’è una Soleil. Con onestà di pensiero ti devo dire che crea dinamiche e porta livelli sempre diversi di dialoghi e di racconto. È una fuoriclasse. Un purosangue là dentro. Forse è da salvaguardare all’interno della casa.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da (@chimagazineit)

COMMENTI