‘Gf Vip 5’, televoto falsato da voti stranieri e ripetuti oltre i limiti: interviene l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni

Linda Dicembre 18, 2020

Alfonso Signorini

È scoppiato un vero e proprio caso in merito all’accusa del televoto falsato lanciata dai vari utenti per questa quinta edizione del Grande Fratello Vip. La polemica è stata incentrata sui voti provenienti dall’estero, e in particolare prima dalla Spagna, per salvare dall’eliminazione Rosalinda Cannavò poi dal Brasile, palesemente a sostegno di Dayane Mello.

Il regolamento del game show infatti, prevede esclusivamente la possibilità di votare dall’Italia. A tal proposito, il padrone di casa Alfonso Signorini ha provato a spiegarsi in merito a quanto accaduto, dando delle motivazioni che non hanno affatto convinto il popolo del web.

Dopo quanto dichiarato da Signorini, è esploso su Twitter l’hashtag #TelevotoTruccatoGfVip . La polemica non si è placata, al contrario, sono stati in moltissimi a richiedere ulteriori spiegazioni in merito. Ha deciso così di intervenire l’AGCOM – Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni – che ha fatto sapere tramite un comunicato ufficiale di aver avviato un’istruttoria per la verifica delle modalità di voto del game show di Canale 5:

L’Autorità, in considerazione delle numerose segnalazioni ricevute e alle diffuse notizie di stampa in ordine a presunte irregolarità concernenti il televoto nell’ambito della edizione autunno 2020 della trasmissione Grande Fratello VIP, ha avviato una istruttoria per verificare con quali strumenti la produzione assicuri la corretta applicazione di quanto stabilito dall’art.5 comma 1-bis del Regolamento approvato con delibera n. 38/11/CONS, con riferimento all’identificazione dell’utente votante e la tracciabilità dei voti a garanzia del rispetto del numero massimo di voti previsto al comma 2 del medesimo articolo, nonché sulla possibilità di esprimesse voti anche dall’estero e come questa eventuale possibilità si concili con la riserva, espressa nel Regolamento del televoto, ai soli utenti residenti in Italia della facoltà di esprimere preferenze.

E voi cosa ne pensate?

COMMENTI