Gf Vip 6, Guenda Goria basita dopo il confronto tra papà Amedeo e Vera Miales: “Scioccante, mi dissocio”

La figlia del giornalista dura contro la fidanzata di Goria: “Strumentalizzare le gravidanze è una cosa molto grave”

Linda Ottobre 12, 2021

Guenda Goria ospite di Casa Chi, ha commentato gli ultimi avvenimenti della Casa del Grande Fratello Vip 6, di cui stavolta si è reso protagonista indirettamente il suo papà, il giornalista Amedeo Goria.

L’ex marito di Maria Teresa Ruta infatti, era stato in pensiero durante la settimana passata. Il motivo? Un pancino sospetto della sua compagna Vera Miales che tutti i siti di gossip avevano riportato. Una presunta gravidanza che il gieffino non aveva preso benissimo, poi smentita dalla diretta interessata in prima serata su Canale 5.

L’ex gieffina, accolta da Rosalinda Cannavò nelle vesti di presentatrice, ha spiegato il suo punto di vista sulla questione. La cosa che proprio non le è andata giù, è stato il fatto di non aver in alcun modo ricevuto segnali dalla fidanzata di suo papà:

Il punto è che Vera, da quando è iniziato il Grande Fratello, non hai mai contattato né me nemmeno nessuna delle persone che fa parte dell’entourage di mio padre. Sai bene che quando una persona partecipa al Gf ha un manager, delle persone che si occupano della gestione economica, legale, per promuovere il concorrente. Io sono forse la persona più vicina affettivamente a lui e cerco di fare sempre i suoi interessi.

Mi sarebbe piaciuto che lei si fosse coordinata con me, specialmente. Una donna che dice di amare un uomo e che dice di voler creare una famiglia con lui deve prima di tutto avere sensibilità nei confronti della famiglia che quest’uomo ha già. Soprattutto se la figlia è una che ha fatto già il Grande Fratello e che quindi ha un ruolo pubblico, all’interno di una famiglia che è mediatica.

Alla Goria non è piaciuto affatto il modo in cui Vera avrebbe spettacolarizzato un argomento molto delicato, soprattutto al giorno d’oggi:

Quando si gioca su una gravidanza – e mi permetto di usare il termine giocare, perché questa non è una gravidanza smentita per quasi almeno due settimane – e quando non c’è una smentita c’è una spettacolarizzazione. A me ha fatto passare delle ore non semplici. Io sapevo già che la gravidanza non era vera. Ho voluto aspettare per capire. Io lo sapevo da voci di dietro le quinte e da persone che la conoscono e a cui lei aveva già detto che la gravidanza non era vera.

A far molto discutere era stato il vestito bianco indossato dalla compagna di Amedeo Goria. Vestito che Guenda ha trovato assolutamente di cattivo gusto, come la sua paparazzata organizzata:

Una scena che non mi è piaciuta. No. Non voglio essere cattiva ma io mi dissocio da quello che ho visto, dall’abito bianco, dal termine matrimonio, dal parlare di famiglia. Io soffro di una malattia per cui ho problemi ad avere figli. Tante donne hanno problemi. Credo che si possa fare del gossip, c’è spazio per Vera e per tutti gli altri, ma non bisogna giocare e strumentalizzare le gravidanze. È una cosa molto grave. Soprattutto se ci sono dei figli veri che stanno a casa. Io mi sono trovata in grande imbarazzo.

Poi un’altra cosa. Parliamo dei famosi paparazzi a San Benedetto del Tronto, che la fotografano, guarda caso, in abitino bianco, guarda caso attillato, guarda caso col pancino, guarda caso la notizia esce e fa il giro dei salotti. Lei posta 2 milioni di cose al giorno e non dice niente. Guarda caso ha avuto una gravidanza isterica che è rarissima e l’ha avuta guarda caso mentre mio padre è dentro la casa del Gf. Valutate voi. Io non ho scritto “Gioconda” in fronte.

E a proposito del suo papà, e di come ha gestito quel momento scomodo:

Io ho apprezzato la dolcezza con cui ha accolto una donna che si è fatta portatrice di un’eventuale maternità e penso che qualsiasi uomo che abbia un briciolo di sensibilità e mio padre ne ha molta, la possa accogliere con dolcezza e grande stupore. Ho visto un uomo completamente destabilizzato, una casa che lo ha votato nonostante stesse andando in una direzione migliore, approfittando di una situazione di imbarazzo in cui si è trovato.

È un uomo che nella sua testa pensa di poter diventare nonno, che non è riuscito a portare avanti una famiglia, che ha ritrovato col tempo una paternità affettuosa. Un uomo che si trova a dover mettersi nell’ottica di diventare padre ad un’età da nonno. Credo che non avrebbe dovuto toccare un argomento così delicato. Si fa del male alla persona a cui si dice di amare, soprattutto se tutto ciò è fatto tramite giornali, salotti e al Grande Fratello. Se queste sono le premesse per costruire una nuova famiglia, allora credo che partiamo col piede completamente sbagliato.

Infine, l’ex gieffina ha rivelato se ha avuto modo di discuterne con sua madre ed ex moglie di Goria, Maria Teresa Ruta:

Con mia mamma non ne abbiamo ancora parlato. Lei ha interesse della mia serenità. Tra me e mia madre c’è una discrepanza affettiva. Lei è un’ex moglie, io sono una figlia con un rapporto molto stretto, sono una figlia che adora il papà. Abbiamo un rapporto veramente speciale. Ho trovato tutto di cattivo gusto. È stato scioccante quello che ho visto. L’ho trovato un teatrino. Mio padre si è trovato in grande imbarazzo, l’ho trovato fragile nella reazione.

Difficilmente prende posizioni. Questo abito bianco cosa significa? Va bene lo show però ci sono dei limiti. Io ho incontrato Vera per la prima volta ad un salotto televisivo. Questo mi aveva destato sospetti ma io sono sempre dalla parte delle donne. Mi dispiace ma è stata una mancanza di rispetto totale. Non voglio che le persone pensino di poter fare con la mia famiglia il bello e il cattivo tempo passando per il silenzio totale, perché non è così. Mio padre ovviamente è responsabile di tutto questo, è protagonista. A mio padre gli voglio bene, lo tutelo, ma a questo punto fino a un certo punto.

 

View this post on Instagram

 

Un post condiviso da (@chimagazineit)

COMMENTI