La Pupa e il Secchione e viceversa 2, Sara Hafdaoui a IsaeChia.it: “Se tra me e Matteo Diamante poteva nascere più di un’amicizia? Chissà…”

La Secchiona più amata dell’ultima edizione del reality confessa cosa cambierebbe del suo percorso, se potesse tornare indietro

Dalia Marzo 24, 2021

La Pupa e il Secchione Sara

A La Pupa e il Secchione e viceversa 2, Sara Hafdaoui e Matteo Diamante erano stati una delle coppie più amate. Eliminati nelle prime puntate, la coppia di viceversa aveva appassionato il pubblico di Italia 1 con il loro rapporto altalenante.

In particolare, Secchiona lei e Pupo lui, Hafdaoui aveva avuto uno scontro piuttosto acceso con Matteo, proprio su alcune questioni anche piuttosto rilevanti. Il format, che ha visto trionfare la coppia di Luca Marini e Miryea Stabile (quest’ultima pronta a sbarcare a L’Isola dei Famosi), prevedeva varie prove a punteggio per le coppie in gara.

Sebbene Matteo e Sara fossero molto compatibili, i due sono stati eliminati a metà programma ed hanno dovuto lasciare la villa. Su quest’esperienza ed i loro compagni d’avventura avevamo chiesto curiosità proprio in un’intervista a Matteo. Ora, invece, tocca alla dolce Hafdaoui.

Ecco cosa ci ha raccontato Hafdaoui de La Pupa e il Secchione.

Sei laureata in Medicina e partecipi ad un programma tv leggero. Tu che hai subito discriminazioni sin da piccola, non temevi di subirne altre sul luogo di lavoro proprio per questo programma? 

No, non  temo discriminazioni perché ho imparato ad andare per la mia strada… Vivo tutto con il motto “Non ragioniam di loro, ma guarda e passa” (per citare Dante).  Quando ho avuto la notizia del programma, mi ero appena laureata e sentivo il bisogno di vivere un’esperienza diversa e mi sono detta “Perché no?“. In più, l’ho vista come un’opportunità per rivolgermi a molte persone e fare da portavoce rispetto a quello che può capitare a scuola, tradizionalmente ambiente di inclusione.

Fin da subito hai scelto Matteo come Pupo e non hai più voluto cambiarlo. La tua scelta su cosa si era basata inizialmente? E invece oggi cosa ti piace di più di Matteo? 

Si è presentato subito come un ragazzo sicuro di sé e ci ha fatto vincere la stanza più bella… Non ho poi cambiato perché caratterialmente siamo entrambi molto forti e soprattutto determinati, con molta voglia di fare. Ad oggi, conoscendolo fuori dal programma, aggiungerei che è un ragazzo sensibile e molto premuroso.

Se avessi potuto scegliere il tuo partner maschile, non tenendo conto della distinzione pupo/secchione, chi avresti scelto e perché?

Non mi sono mai vista con nessun altro.

In villa non ti abbiamo vista relazionarti molto con le secchione, bensì più con le pupe. Chi di loro ti è rimasta più nel cuore e perché? 

Mi sono relazionata molto con le pupe perché il senso del programma era quello di fondere due mondi, apparentemente distanti. Tutte ragazze super in gamba e meravigliose. Se dovessi sceglierne un paio, direi Stephanie e Miryea perché siamo comunque tutte in zona Milano e ci incontriamo quanto più possiamo.

Tu e Matteo siete stati eliminati a metà percorso. Cosa avete sbagliato e tornando indietro cosa faresti per riuscire ad arrivare più in là nel programma?

Sono contenta in generale di come sia andata nonostante la nostra uscita a metà percorso. Forse, per conto mio, sono stata un po’ rigida e, a ripensarci, mi lascerei andare un po’ di più.

Sui social in molti hanno sostenuto la coppia Matteo – Haf. Tra voi poteva nascere qualcosa in più della semplice amicizia? 

Ehhhh chissà.

Nel programma, un secchione e una pupa si sono innamorati. Anche tu provavi interesse per qualcuno in particolare? 

Durante il programma, no.

Sappiamo che sei una femminista convinta. Nel programma, il continuo ostentare il corpo delle donne piuttosto che la loro frivolezza non è in perfetta antitesi con i tuoi valori? 

No, assolutamente. Il problema non è l’ostentazione del corpo, perché ognuno è libero di essere sé stesso e di fare quello che vuole, ma l’attribuzione di un “significato prettamente erotico”  al corpo della donna. Quello che io non sopporto è la mentalità maschilista, di derivazione patriarcale, secondo la quale un uomo che si spoglia è un “David“, mentre una donna che si spoglia è etichettabile con tutti gli aggettivi del caso, non certo come una “Venere di Milo“.

Una volta eliminata la vostra coppia, per chi facevi il tifo e cosa ne pensi invece della vittoria di Marini e Miryea? 

Ho tifato per la coppia Stephanie Guidi e MiryeaMarini. Penso che la vittoria di Miryea Marini sia meritata: la loro coppia è stata molto funzionale, come testimoniano anche i sintony test che hanno affrontato.

Per ogni definizione dicci un nome e perché: il/la più stratega, il più bello, la più bella, la persona o la coppia che proprio non sopporti. 

Il più stratega è sicuramente Marini e questo credo sia abbastanza palese, tuttavia non è una critica, anzi, ha saputo stare al gioco meglio di molti, il che gli rende onore.  Come concorrente più bell* non ho un nome in particolare; il mio concetto di bellezza va al di là dell’aspetto esteriore e tutti i concorrenti sono delle gran belle persone. Non c’è stato tra loro nessuno che non sopportassi perché, per carattere, sono una persona che, per arrivare a non sopportare qualcuno, deve subire un torto molto importante (cosa che non si è verificata coi ragazzi del programma).

Credi che per Guidi e Stephanie, creare una coppia nel programma li abbia avvantaggiati per arrivare poi secondi? Credi nel loro amore? 

Non credo che il legame di Guidi e Stephanie li abbia avvantaggiati nel raggiungimento del loro traguardo. Ho visto come è nata la loro storia d’amore ed è stata estremamente spontanea, nonostante il contesto televisivo e la loro giovane età. La loro unione ha permesso di creare una  complicità e una fiducia che, come nella vita fuori dal reality,  aiutano a crescere e a superare le sfide.

Insomma, la partecipazione a La Pupa e il Secchione e viceversa 2 per Sara Hafdaoui è stata piuttosto ricca sotto tutti i punti di vista. Voi l’avete apprezzata nel corso del programma?

COMMENTI