La Pupa e il Secchione e viceversa 2, Matteo Diamante a IsaeChia.it confessa l’interesse per una Pupa: “Ci sono state delle tenerezze, ma…”

Il Pupo, che insieme a Sara Hafdaoui ha formato una delle coppie più amate del reality, svela su chi avrebbe puntato se avesse potuto scegliere la sua partner

Dalia 20 Marzo, 2021

La Pupa e il Secchione e viceversa Matteo Diamante

Matteo Diamante è stato uno dei protagonisti più amati della seconda edizione de La Pupa e il Secchione e viceversa. Il programma, prodotto da Endemol Shine Italy, è andato in onda su Italia 1 nei mesi di gennaio e febbraio e si è concluso con la vittoria della coppia Luca Marini – Miryea Stabile.

Il docu-reality prevede che Secchioni/e e Pupi/e debbano formare delle coppie e, attraverso una serie di prove, conoscere l’uno il mondo dell’altro. Al timone del programma quest’anno c’era il comico Andrea Pucci.

Una delle coppie più amate de La Pupa e il Secchione e viceversa, Matteo Diamante e Hafdaoui, hanno avuto vita breve nello show. Eliminati nelle prime puntate, i due avevano trovato la sintonia giusta ma la scelta di Marini di mandarli al Sintony Test e poi al Bagno di Cultura, li ha condannati all’eliminazione.

Abbiamo quindi contattato Matteo per porgli alcune domande e farci raccontare curiosità e retroscena della sua esperienza televisiva e del rapporto con gli altri partecipanti. Buona lettura!

La tua partecipazione a La Pupa e il Secchione e Viceversa 2 è avvenuta dopo l’esperienza a Ex on the beach Italia. Cos’hai trovato di diverso nei programmi e quale hai preferito?  

Sono due programmi completamente diversi. In uno sei protagonista di una vacanza a 5 stelle, durante la quale puoi fare ciò che vuoi, senza regole. Nell’altro, invece, ci sono regole ben precise da rispettare ed è una vera e propria competizione, dove l’obiettivo è migliorare te stesso e la persona che gareggia insieme a te. Esperienze diverse impossibili da paragonare, dunque.  Da un certo punto di vista, ho preferito La Pupa e il Secchione e Viceversa perché mi ha permesso di mostrare molto di più il mio lato buono e umano, anche se ho raggiunto la fama sui social grazie alla mia precedente partecipazione a Ex on the beach, programma in cui ho mostrato di più la mia parte giocosa e sregolata.

Nel programma di Italia 1 sei sempre stato in coppia con Sara Hafdaoui. Nel momento della creazione delle coppie, quale secchiona speravi ti scegliesse e perché?  

In alternativa ad Haf, nella competizione, mi avrebbe incuriosito fare un percorso anche con Giulia Orazi, perché a livello caratteriale sicuramente era più simile a me. 

Nel corso del programma, ti abbiamo visto sempre con Hafdaoui ma comunque a tuo agio con tutti, o quasi. La coppia Manuel – Paolella proprio non la sopportavi. Qual è il motivo reale?

Ho la fortuna di avere un carattere malleabile, che si sa adattare ad ogni tipologia di persona: riesco a farmi voler bene da tutti. Per quanto riguarda la coppia Manuel e Paolella, invece, inizialmente c’è stata competizione, ma non per chissà quale differenza caratteriale, anche perché sono persone fantastiche. Semplicemente è successo perché sono entrati in un momento in cui la competizione si faceva sentire.

Hai spesso detto che all’interno del programma tu fossi interessato a qualcuna. Si può sapere chi è e come mai non hai palesato il tuo interesse?  

Che io sia un amante delle donne è risaputo e, sì, ho avuto un interesse per Linda Taddei ed è stato reciproco. Ci sono state delle tenerezze ma niente di più. Io sto pensando molto alla mia carriera e, ahimè, non ho tempo per l’amore. Bisogna fare qualche sacrificio nella vita.

Tu e Hafdaoui siete stati eliminati a metà programma. Tornando indietro, cosa cambieresti nel tuo percorso per riuscire ad arrivare più in là nel programma? Forse se tu e Haf foste diventati una coppia come Guidi e Stephanie, sareste arrivati in finale?  

Nel programma non andava in finale chi amoreggiava di più, ma la coppia che faceva più punti o che mostrava segni di miglioramento. Se dovessi pensare solo al gioco, tornassi indietro, sicuramente alla seconda puntata avrei cambiato la Haf con la Orazi. Forse così sarei arrivato in finale, ma ho ragionato con il cuore e ho deciso di vedere come andava lasciando tutto invariato, ma sono felice comunque!  

Con i vari protagonisti del programma si è creata una bella intesa, ma sappiamo che De Santis è la persona a cui sei più legato. C’entra forse il vostro essere agli antipodi, soprattutto nella conquista delle donne?  

Con Andrea De Santis si è creata subito un’amicizia particolare, data dal fatto che siamo l’uno l’opposto dell’altro, ma anche perché gli ho insegnato cose alle quali prima non avrebbe mai pensato. E lo stesso ha fatto lui per me. Con gli altri concorrenti del programma ci sentiamo tutti i giorni, io e lui anche in privato! Gli voglio bene!

Per ogni aggettivo dicci un nome e il perché: il/la più stratega, il più bello e la più bella, il/la più falso/a.  

Il più stratega Marini, perché ha capito di essere in un gioco e tralasciava i rapporti umani, cosa che nel prossimo reality farò anche io, senza nasconderlo. Il più bello a parte me? Ah ah! Be’, il mio compagno Gianluca Tornese! La più bella Linda.  Il più falso o la più falsa? No, nessuno di loro lo era, non ho visto atteggiamenti falsi, era tutto alla luce del sole.

Al di là del bellissimo feeling creato un po’ con tutti, chi sarà o ti auguri sarà una presenza costante nella tua vita?

Sicuramente non potrò fare a meno di Haf! Vale anche per De Santis e Alessio Guidi e Stephanie Bellarte. Ma continuerò ad avere rapporti con tutti! 

Nel programma c’è stato un forte scontro tra te ed Hafdaoui. In quel momento le hai rimproverato di averti trattato da ‘stupido’ davanti a tutti. Nel suo essere secchiona, non l’hai mai sentita “superiore” rispetto a te?  

Il nostro litigio sostanzialmente è nato non perché mi abbia dato dello stupido, anche perché non ce ne sarebbe stato motivo, bensì perché mi ha giudicato davanti alle persone quando in camera le avevo detto sempre di prendermi da parte se avesse avuto qualcosa da rimproverarmi. Nonostante lei sia una grande secchiona, non mi ha fatto mai sentire meno colto di lei, anche perché credo si sia resa conto che io comunque sono una persona molto intelligente ed esperta nelle cose in cui sono più portato, come la comunicazione, l’intrattenimento, l’improvvisazione, i calcoli, la gestione etc etc. Come tutti, però, ho delle lacune altrimenti non avrei partecipato a questo programma, che mi è servito a colmarle.  

Cosa pensi di Marini e del fatto che, dividendo varie coppie e scambiando le varie Pupe, sia poi riuscito ad arrivare davvero alla vittoria? Avresti preferito un atteggiamento meno strategico?  

Assolutamente no, Marini ha fatto bene, anzi, avrei dovuto prendere spunto da lui e giocare sicuramente di più. Avrei iniziato a farlo dalla terza puntata in poi ma evidentemente si è accorto che la coppia più scomoda eravamo io e Haf e purtroppo siamo stati eliminati, proprio da lui.   

Negli ultimi frame della finale, alcuni utenti hanno notato movimenti strani che tu stesso hai confermato sui social. Ti va di raccontarci cos’è realmente successo?  

Nell’ultima puntata, nei momenti finali, ho consegnato una rosa rossa a Linda che avrei voluto darle durante la puntata (ma non c’è stata l’occasione). E poi le ho dato un bacio non troppo sulla guancia, diciamo. 

Se avessi potuto scegliere la tua partner femminile tra le pupe, chi avresti scelto e perché? E chi invece avresti scartato sin da subito?  

Avrei scelto Stephanie, sicuramente è molto completa! Avrei scartato Linda probabilmente: starle vicino solo per studiare forse sarebbe stato troppo difficile.

Insomma la partecipazione di Matteo Diamante a La Pupa e il Secchione e viceversa è stata piuttosto intensa. Voi lo avete apprezzato?

COMMENTI