Uomini e Donne, Vittoria Deganello conferma la fine della storia con Alessandro Murgia e sbotta: “Non mi piace fare la vittima ma…”

L'ex corteggiatrice aveva iniziato la relazione con Murgia quando la compagna aveva da poco partorito il loro secondo figlio

Linda Ottobre 4, 2022

E’ ufficialmente giunta al capolinea la relazione tra l’ex corteggiatrice di Uomini e Donne Vittoria Deganello e Alessandro Murgia.

Era stata la diretta interessata a confermare, nello scorso luglio, la liaison con il calciatore. Aveva deciso di farlo attraverso la pubblicazione di alcuni scatti sul suo profilo Instagram, in cui si mostrava in compagnia di un ragazzo misterioso. E’ stato facile ricondurre la criptica immagine a quella di Alessandro Murgia, attuale giocatore della S.P.A.L., squadra di calcio di Ferrara. In una foto, infatti, era chiaramente visibile lo stesso grande tatuaggio che ha lo sportivo sul braccio.

Immediata, si è scagliata una pioggia di critiche sulla Deganello. Il motivo? Murgia fino a pochi mesi prima era fidanzato con Eleonora Mazzarini, alla quale aveva chiesto di unirsi in matrimonio. Inoltre, i due avevano avuto da poco il secondo figlio. Sul web hanno etichettato Vittoria come una “sfasciafamiglie”, ma quest’ultima non si era mai difesa chiaramente dagli attacchi degli haters, lasciandoli fare.

I due si erano conosciuti grazie a Nicole, la sorella del giovane sportivo e dal momento in cui sono iniziate a circolare le voci, per l’ex volto di Uomini e Donne non c’è stata pace. La loro relazione però, non è proseguita oltre i primi mesi. Grazie infatti ad un commento sotto un post Instagram rilasciato dalla Deganello, possiamo dare per certa la fine della loro storia.

Vittoria ha replicato stizzita ad una utente che le chiedeva se stesse o meno ancora con il calciatore. Oltre a confermare la rottura, si è chiesta come mai tutti le addossino la responsabilità di quanto avvenuto invece di prendersela anche con il diretto interessato:

In primis le cose si fanno in due. Mi sembra che qui stiate massacrando solo me. Lui non ha nessuna colpa? O forse è più responsabile di tutto in questa vicenda? Non mi piace fare la vittima, né ritengo di doverla fare né lo sto facendo. Quindi una volta che io conosco benissimo  il vostro pensiero ora cosa ti fa stare bene continuare a insultarmi e augurarmi il male?

COMMENTI