‘Gf Vip 4’, Licia Nunez svela: “Sono stata dipendente dall’alcol, avevo toccato il fondo. Poi una notte…”

L’attrice, reduce dalla partecipazione al reality di Alfonso Signorini, ripercorre le tappe più significative della sua vita, dall’aborto nel 2003 al coming out nel 2012, e racconta com’è nata la sua storia d’amore con la compagna Barbara Eboli

Ludovica 14 Aprile, 2020

Licia Nunez

Licia Nunez è stata tra i concorrenti della quarta edizione del Grande Fratello Vip che più ha fatto parlare di sé. L’attrice, infatti, raccontando della sua storia d’amore con Imma Battaglia, oggi moglie di Eva Grimaldi, aveva provocato la reazione dell’attuale compagna Barbara Eboli la quale si era mostrata infastidita dalle attenzioni che Licia aveva rivolto ad Imma con i tanti racconti sulla loro relazione passata.

Barbara e Licia, che nella Casa avevano avuto modo di chiarirsi dopo poche settimane dall’inizio del reality, ora sono insieme e stanno anche loro affrontando questo duro periodo che ci costringe a casa. L’ex gieffina è stata intervistata da Vanity Fair e ha raccontato di come si sono conosciute lei e la Eboli:

Grazie ai nostri chihuahua. Ci siamo incontrate al momento giusto, noi siamo quelle due donne che non si sono scelte ma è la chimica che ha scelto noi. Un giorno mi ha scritto un messaggio, spiegando che il suo cane cercava una fidanzata, anche in amicizia. Ci siamo scritte, scherzando su un caffè da prendere prima o poi. È successo mesi dopo, dopo esserci incontrate in un parco vicino casa. Ci siamo sedute su una panchina, dove oggi ci sono ancora le nostre iniziali. Non avrei mai pensato che quelle “L” e “B” sarebbero diventate una realtà. Io mi stavo ancora leccando le ferite di una precedente storia e anche lei. Tutto è iniziato il 6 luglio del 2017. È stata la prima persona a dirmi che era disposta a nuotare nel mio dolore. Da allora ci siamo sempre state, l’uno per l’altra. Siamo state lontano, così a lungo, solo per il Grande Fratello.

La lontananza durante questi mesi è stata una dura prova per il loro rapporto:

Prima di accettare le ho detto: “Barbara, posso farcela solo con la certezza che tu sei con me”. Perché sapevo che davanti alle telecamere avrei dovuto mettere a nudo anche il mio privato. Io ho parlato pubblicamente del mio orientamento diversi anni fa, Barbara invece no. Non è un personaggio pubblico ed è sempre stata molto discreta soprattutto sul lavoro.

La Nunez ha poi parlato del suo coming out avvenuto nel 2012:

Avevo 30 anni e avevo passato troppo tempo a nascondere la mia realtà, quasi mi sentivo soffocare. In quel momento ero molto esposta, stavo girando la seconda stagione de Le tre rose di Eva ed ero innamorata di una donna. Ho sentito l’esigenza personale di volermi dichiarare ed è stata una grandissima liberazione.

A segnarla profondamente è stato anche l’aborto subito nel 2003:

Ho voluto raccontare quel trauma del 2003, perché riuscire a parlarne oggi rappresenta molto per me. All’epoca avevo 25 anni, stavo con un uomo più grande di me ed ero all’inizio della mia carriera. Quando ho scoperto di essere incinta mi sono spaventata e ho commesso il grande errore di non parlarne con nessuno, né con l’uomo con cui stavo, né con la mia migliore amica, tanto meno con mia madre. Volevo capire da sola, cosa fosse giusto per me e dopo circa 4/5 settimane quell’idea di aspettare un bambino è diventata dentro di me una convinzione. Mettevo la mano sul pancino e mi chiedevo come sarebbe stato, che volto avrebbe avuto mio figlio. Lo desideravo con tutta me stessa, ma un pomeriggio ho avuto una forte emorragia. Il ginecologo mi disse di andare subito da lui in clinica. Ho preso un taxi e contemporaneamente ho chiamato l’uomo con cui stavo. Quando gli ho raccontato tutto lui mi ha detto solo: “Ho bisogno di pensare”. Non l’ho mai più sentito. Sono arrivata in ospedale in extremis per salvare me. Da allora ho questa lunga cicatrice che non ho mai voluto coprire. Perché io sono anche quella, sono quel dolore. Dopo sono sprofondata.

Quello che ha vissuto Licia è stato un dolore fortissimo che per qualche tempo ha pensato di poter placare con l’alcol:

Io ho scelto di toccare il fondo, il mio migliore amico è diventato l’alcol. Mi sentivo in colpa come se fosse stata colpa mia. Ho avuto bisogno di tempo per capire. Sono stata dipendente dall’alcol per più di nove mesi, non ho più visto mia madre, gli amici. Mi vergognavo. Una notte ho capito che avevo davvero toccato il fondo: sono caduta in casa di notte, perché avevo bevuto. Mi sono svegliata per terra, il giorno dopo, e ho chiamato il mio ginecologo. Mi ha detto: “Adesso provvedo io. Hai bisogno di un sostegno”. Da lì ho iniziato un percorso di analisi, ho elaborato l’aborto come fosse un vero lutto.

Il desiderio di avere un bambino, oggi, è più forte che mai:

Vorrei diventare madre, adesso sono pronta. Quando ho conosciuto Barbara gliel’ho detto subito: “Barbara, tu prendi Licia, ma prendi anche una parte di me che non c’è più, che è rimasta lì in quel mese del 2003”. Lei l’ha capito, come ha capito il mio desiderio di maternità maturato in questi ultimi anni. Mi sono sempre detta che sarei voluta diventare madre se ci fossero state le condizioni giuste. La prima? Avere una relazione solida perché un bambino deve crescere in un ambiente pieno d’amore, indipendentemente se quelle persone che si amano solo due donne, due uomini, un uomo e una donna. Adesso non si può, ma appena il mondo sarà più tranquillo è quello il mio desiderio.

Che ne pensate del percorso di Licia all’interno della Casa del GF vip 4?

COMMENTI