Iconize dopo la polemica sulla presunta aggressione omofoba: “Non mi sono tirato un surgelato in faccia, è stato autolesionismo!” (Video)

Dalia 13 Ottobre, 2020

Iconize era finito al centro di una polemica piuttosto accesa riguardante un avvenimento di alcuni mesi fa. L’ex fidanzato di Tommaso Zorzi aveva denunciato un’aggressione omofoba subito a Milano, ma nella Casa proprio Zorzi e Dayane Mello avevano sganciato la bomba.

In particolare, la Mello aveva confessato a Tommaso di essere a conoscenza della verità, rivelatale dall’amica di Iconize, Soleil Sorge. Chiamati in causa, l’influencer (il cui vero nome è Marco Ferrero), si era difeso dalle accuse mentre Soleil aveva preferito mantenersi vaga.

Pochi giorni fa, invece, a Pomeriggio 5 la ragazza ha voluto confermare le parole della sua amica Dayane e dunque, ammettere che quell’aggressione non fosse mai avvenuta, ma che Iconize si fosse procurato da solo lividi al volto.

Scomparso dai social dopo la piccata replica alla sua ex amica, pochi minuti fa Iconize ha postato un lunghissimo sfogo sul suo account. Il ragazzo ha voluto innanzitutto scusarsi con tutti, a partire proprio da Barbara D’Urso che mesi fa lo aveva ospitato per denunciare quell’aggressione:

Volevo chiedere scusa a tutti, iniziando da Barbara se ho utilizzato il suo programma per diffondere ancor di più il mio video e scusa ai miei amici se non ho rivelato la verità inizialmente.

Marco ha sottolineato di aver sempre sostenuto il mondo lgbt e di essersi sempre schierato contro il bullismo, la violenza ed l’omofobia. Dunque, il suo appello è stato quello di non soffermarsi solo sui suoi errori, ma anche su ciò che di bello ha fatto.

Inoltre, Iconize ha specificato come sono andate realmente le cose, dando la sua versione dei fatti:

Quando è successo, era un periodo mio molto buio. Avevo subito violenze psicologiche, ero uscito da storie molto tossiche, non era un bel momento mio. Tutti abbiamo momenti sbagliati e tutti facciamo gran ca****e. Io mi vergogno di quel che ho fatto. […] Non mi sono tirato un surgelato in faccia. Come mi sono fatto del male lo so io, ma non è andata così e non mi va qui di raccontarlo. È stato autolesionismo. Non avrei mai pensato di parlarne così davanti a tutti voi.

Dunque, Marco ha ammesso il gesto, ma ha anche voluto scusarsi con la sua agenzia che era stata tirata in causa domenica scorsa a Live – Non è la D’Urso quando la conduttrice aveva annunciato la presenza di Iconize come ospite, salvo poi smentirla a causa di alcuni problemi con la sua agenzia:

Volevo scusarmi con la mia agenzia che mi sostiene sempre. Non è vero che mi avrebbe strappato il contratto se fossi andato in trasmissione a dire la mia, anzi mi sono sempre stati vicini.

Infine, Marco ha ribadito che non ha lucrato su questa bugia perché se avesse voluto, sarebbe andato in televisione a parlarne ovunque, ma non lo ha fatto. A sorpresa, poi, ha annunciato una pausa dai social, affermando di voler chiedere supporto in una clinica o ad uno psicologo.

COMMENTI