‘Live – Non è la D’Urso’, Barbara D’Urso furiosa contro Iconize: “Ho letto i messaggi che ha scritto a Soleil Sorge, se ha finto un’aggressione omofoba si deve vergognare!”

Franci 12 Ottobre, 2020

Live - Non è La D'Urso

Le vicende legate a Iconize nelle ultime settimane stanno creando grande sconcerto sul web e non solo. L’influencer, ex di Tommaso Zorzi, attraverso dei video pubblicati su Instagram e poi ospite in puntata da Barbara D’Urso, ha raccontato di aver subito un attacco omofobo. Marco Ferrero si è mostrato con un grosso livido in viso, ma a raccontare che sarebbe stata tutta una trovata del ragazzo per stare al centro dell’attenzione è stata l’ex corteggiatrice di Uomini e Donne Soleil Sorge, sua ex migliore amica, che dopo aver scoperto il gesto terribile del ragazzo, si sarebbe immediatamente allontanato da lui.

A testimonianza di ciò, ci sarebbero dei messaggi intercorsi tra Iconize e la Sorge e proprio ieri sera, a Live – Non è La D’Urso l’influencer avrebbe dovuto raccontare la sua verità. Dopo averlo annunciato ripetutamente, Barbara però ha ammesso che il ragazzo in realtà non sarebbe stato in puntata:

Dopo le dichiarazioni di Soleil a Pomeriggio 5, noi abbiamo fatto una cosa. […] Abbiamo contattato l’agente, perché ha un agente il signor Marco, il quale ci ha detto che era ora di ribattere. Iconize ha parlato con noi e ha detto che sarebbe venuto in trasmissione a raccontare tutto e d’accordo con lui, come facciamo con tutti quanti, e d’accordo con lui, abbiamo annunciato che sarebbe stato qui. Ma ieri ha cambiato idea. C’ha chiamato e ha detto che non sarebbe potuto venire perché pare che il suo agente gli ha detto che gli avrebbe strappato il contratto se fosse venuto qua. Quindi evidentemente Iconize ha deciso di non strappare il contratto con il suo agente, di strappare il contratto con il suo pubblico, di strappare il contratto con noi, di non dover dare nessuna spiegazione a me, a voi, alle comunità che l’hanno sostenuto, al sindaco che l’ha sostenuto, al partito democratico. Ha deciso di fare questo. Per questo, noi dobbiamo dare per buona la versione di Soleil. Peraltro io ho letto i messaggi tra Soleil e Iconize e sono assolutamente inequivocabili. Per cui uso la parola “se” perché continuo a essere una persona generosa e se per caso Iconize, se avesse inventato un’aggressione omofoba, dovrebbe solo e unicamente vergognarsi. E con questo, signor Marco/Iconize ha chiuso per sempre.

La D’Urso era visibilmente su tutte le furie:

Ci sono decine e centinaia di ragazzi e ragazze che vengono picchiati veramente. Discriminati perché omosessuali. Se è vero, come ti sei permesso? Come ti sei permesso di prendere in giro tutti e anche quelli che il cazzotto ce l’hanno davvero?! […] Si deve vergognare se ha fatto quello che ha fatto. Io i messaggi li ho visti e li ho letti, punto.

La produzione di Live ha ricostruito tutta la vicenda grazie ai rapporti di Soleil, attraverso i quali è venuto fuori che Iconize avrebbe studiato tutto nel dettaglio e l’utilizzo del surgelato per crearsi l’ematoma era volto anche a ingannare la macchina della verità, qualora la conduttrice gli avesse proposto di sottoporvisi. QUI la clip completa con quanto accaduto. Che ne pensate?

COMMENTI