‘Live – Non è la D’Urso’, la sorella di Adua Del Vesco furiosa contro Tommaso Zorzi: “Le bugie hanno le gambe corte!”. E l’ufficio stampa della Ares insinua forti dubbi sulla storia d’amore con Massimiliano Morra (Video)

Titta 4 Ottobre, 2020

Live - Non è la D'Urso

Era molto attesa a Live – Non è la D’Urso, la presenza di Enrico Lucherini lo storico ufficio stampa che si occupava di organizzare i finti scoop sulle coppie fake formate a tavolino dalla Ares, l’agenzia di cui hanno fatto parte Adua Del Vesco, Massimiliano Morra e Gabriel Garko, al centro, nelle ultime settimane, di una querelle nata da alcune dichiarazioni dei due attori spiati dalle telecamere del Grande Fratello Vip 5, e diventata man mano un vero e proprio caso, soprannominato dal web Ares Gate.

Lucherini non ha deluso le aspettative, svelando la verità sulla presunta relazione tra Adua e Massimiliano, la cui veridicità già aveva iniziato a vacillare negli ultimi giorni, dopo alcune incongruenze notate dal popolo del web, che prima aveva scovato delle foto della gieffina con il fidanzato Julian Condor risalenti al 2013 e al 2014 – anni in cui presumibilmente l’attrice era fidanzata con Morra – e poi aveva notato una contraddizione dello stesso attore, che in un’intervista a Vieni Da Me nel 2019 dichiarò di essere stato con la collega due anni e mezzo, mentre nella prima puntata del reality aveva parlato di una relazione durata un anno.

Lo storico ufficio stampa ha insinuato che tra i due attori, in realtà, non ci sia mai stata alcuna storia:

La storia privata di Morra non la conosco, lo conosco perché lo vedevo a Zagarolo, sul set… ma si dormiva in vari bungalow: lei dormiva in un bungalow, lui in un altro.

E ha raccontato come si svolgeva la vita nell’ormai celebre Zagarolo, testimoniando di non aver mai visto tra i due effusioni o atteggiamenti da fidanzati (come potete vedere cliccando QUI):

C’è una casa centrale e poi c’erano varie, piccole casette con una camera e mezzo. (…) Quando loro non lavoravano si stava lì a parlare dei progetti futuri… è chiaro che il produttore li teneva vicini per il contratto che aveva con loro in esclusiva. Ma io non ho mai visto niente.

In conclusione, poi, Barbara D’Urso ha letto una lettera (che potete ascoltare cliccando QUI) inviatole da Francesca Cannavò, sorella della Del Vesco, che ha voluto difendere la sorella, al centro delle polemiche fuori e dentro la Casa a causa delle rivelazioni sulla presunta omosessualità del campano, e si è scagliata duramente contro Tommaso Zorzi, reo di aver completamente stravolto la realtà:

Chi ti scrive è Francesca Cannavò, sorella di Rosalinda, in arte Adua Del Vesco. Siamo disgustate da quello che è accaduto venerdì sera al Grande Fratello. Le persone finte simpatiche ma piene di livore e cattiveria gratuita andrebbero bandite da questo gioco: mi riferisco a Tommaso Zorzi. Parole sue: “Ho visto Adua in albergo, prima di entrare e mi ha confidato che Massimiliano è gay”. La storia è ben diversa: il Signor Zorzi è andato nella stanza di mia sorella in albergo ed è stato lui a dire a lei che sapeva che Massimiliano era omosessuale. Il discorso è proseguito, dal suo canto mia sorella gli ha spiegato le ragioni del loro allontanamento, ragioni che lui conosce bene e mi meraviglio che con la sua cattiveria non l’abbia detto.

E non ha risparmiato all’influencer parole molto pungenti:

Caro Tommaso quando racconti le cose fallo bene perché le bugie hanno le gambe corte. Non basta un abito di Armani per essere un signore, un vero signore difende le donne. Barbara di più non posso dire o cadrei in una tela che purtroppo hanno dipinto in troppi. Gli altri si rimettessero pure sui loro tacchi a spillo e pensassero a percorrere la loro strada stando attenti a non inciampare, in fondo tutti abbiamo i nostri segreti.

E secondo voi qual è la verità?

COMMENTI