Marco Cartasegna dimentica definitivamente la sua ex Soleil Sorge, parla del suo nuovo progetto social e svela qual è l’unico reality al quale parteciperebbe!

Stefania 3 Aprile, 2019

Marco Cartasegna

Chi si aspetta di sentire ancora parlare Marco Cartasegna a proposito della sua esperienza a Uomini e Donne e della sua ex fidanzata Soleil Sorge, “rubata” al compagno di trono Luca Onestini, dovrà ricredersi, perché lui ha voltato pagina e lo ha ribadito al settimanale Spy, in edicola ogni venerdì.

Lui e l’esplosiva italo americana si sono amati per quasi un anno, ma poi le differenze caratteriali li hanno allontanati man mano, come vi abbiamo raccontato QUI. La 25enne sembra esser pronta ad intraprendere una nuova storia d’amore con Jeremias Rodriguez, conosciuto all’Isola dei Famosi, con il quale sembra scattato un’intensa passione (QUI tutti i dettagli), mentre la vita sentimentale dell’ex tronista milanese è avvolta nel mistero. A chi gli domanda se ha guardato l’ultima edizione del reality show condotto da Alessia Marcuzzi, del quale la sua ex è stata l’ultima eliminata ad un passo dalla finale, risponde in modo conciso: non vuole più parlare di lei.

Non guardo i reality e non capisco perché avrei dovuto fare un’eccezione con l’Isola dei Famosi.

L’esperienza del Trono Classico è rimasta impressa positivamente nella sua mente, ma adesso ha voglia di altro, la televisione non è nei suoi progetti futuri. Sul suo profilo Instagram ha aperto un format in cui si confronta con i suoi seguaci sui temi di attualità più caldi, dalla Brexit alla Tav, passando per La via della Seta.

Una bellissima esperienza e la rifarei subito se tornassi indietro. Non avevo mai preso parte a un programma tv, non conoscevo quel mondo, ma mi ha sempre affascinato, la curiosità verso tutto ciò che è intrattenimento c’è sempre stata. Com’è nata l’idea di Secondo me? In modo molto spontaneo. Ho iniziato a parlare di argomenti di attualità nelle mie Stories ma senza pensare a cosa potesse piacere al pubblico, ho banalmente raccontato quello che mi passava per la testa. Poi Instagram ha lanciato le IGTV e solo a quel punto ho iniziato a strutturare il #secondome. Cosa mi ha sorpreso di più? Il numero di persone che mi ha scritto facendomi i complimenti. E’ grazie a loro se ho creato il format. Non si sono fermati al fatto che abbia fatto il tronista, che per alcuni inizialmente sembrava un limite, come se aver partecipato ad un programma tv per tre mesi significhi che nella vita io non possa fare altro. Uomini e Donne mi ha dato notorietà, ma ho fatto l’università, uno dei master migliori d’Europa, il modello in giro per il mondo, sono socio di una start up di Intelligenza artificiale con 60 dipendenti, ho una piccola società che fa consulenza per il digital… Non lo dico per vantarmi, ma per far capire a chi mi definisce con sprezzo e superficialità “tronista” che potrei essere chiamato anche in tanti altri modi. Però devo ammettere che queste persone erano la netta minoranza e sono sempre di meno, vuol dire che mi sto conquistando credibilità anche con i più scettici.

Ha ammesso di aver notato sul suo profilo social un cambiamento da quando si è conclusa la sua partecipazione al dating show di Maria De Filippi.

Il riscontro con i follower? Super positivo, basta guardare il risultato dei video che fanno centinaia di migliaia di visualizzazioni, sinceramente non me l’aspettavo. Sto perdendo i followers che mi avevano iniziato a seguire solo per Uomini e Donne e che sono interessati esclusivamente a seguire lo stereotipo di personaggio che esce da lì (che, intendiamoci, va benissimo, ma non mi appartiene più), allo stesso tempo ne guadagno molti che, invece, sono interessati a quello che faccio.

Marco è un fermo sostenitore delle potenzialità dei giovani nella ripresa della nostra società, gestita al momento dall’unione di alcune personalità politiche, tra cui il leader della Lega Matteo Salvini, sul quale ha espresso il suo parere.

Cosa penso della politica di Salvini sui migranti? Penso che sia tutto fumo e pochissimo arrosto. Ha fatto bene a puntare i piedi, ma doveva essere un gesto dimostrativo isolato seguito da negoziazioni a livello europeo. Invece la sua è solo propaganda: dice di aver chiuso i porti, ma i porti sono apertissimi. In più con questa lotta si è isolato dal resto dell’Europa e così per noi è più difficile rinegoziare accordi che ci favoriscano sul controllo e la redistribuzione dei migranti, che dovrebbe essere il suo obiettivo.

Non è detto, però, che non lo rivedremo in un programma televisivo: ha, infatti, rivelato a quale show vorrebbe prendere parte.

L’anno scorso ho avuto l’occasione di partecipare al Grande Fratello Vip, ma non mi interessa stare in tv solo per apparire. L’unico reality che farei è Pechino Express.

E voi cosa ne pensate?

COMMENTI